Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Orizzonte perduto
Orizzonte perduto

Orizzonte perduto

by James Hilton
pubblicato da Sellerio Editore Palermo

Prezzo:
12,00 10,20
Risparmio:
1,80 -15 %
mondadori card 20 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo lunedì 12 dicembre.  (Scopri come).

Descrizione

Da questo libro, nel 1937 Frank Capra trasse un film celebre, che giunse in Italia col titolo "Shangri-La".
Il film spinse molti a ritornare al libro (inseguendo una "sinergia" oggi banale, allora nuova). Ma il libro conserva un autonomo messaggio, e un'ambizione, nell'avventuroso intreccio, non solo spettacolare. Shangri-La è il monastero tibetano che ospita una antichissima e segreta città di saggi, raccolti da ogni parte del mondo, di sesso cultura religione e temperamento diversi, che meditano studiano vivono estremamente longevi e passabilmente felici senza inseguire un preordinato disegno di felicità - e soprattutto senza preoccuparsi di imporlo per le vie della religione o della condotta o dell'utopia.
Nessuno vi cerca l'Uomo Nuovo; ognuno vivendo coopera a conservare i differenti valori dell'umana civiltà.
"Orizzonte perduto" racconta l'avventura di quattro persone che vi giunsero, quello che videro e il destino che li inseguì da quella esperienza.
Un'avventura etica, esoterica, sapienziale; ma soprattutto, dovrebbe dirsi, un'avventura rooseveltiana escogitata in anni in cui i totalitarismi architettando l'Uomo Nuovo ingigantivano tutte le antiche archeologie di morte. "Se dovessi dirvelo in breve potrei definire la nostra principale credenza così: moderazione. Inculchiamo la virtù di evitare eccessi di qualunque specie; persino, perdonatemi il paradosso, eccessi di virtù.
Questo principio è la fonte di uno speciale grado di felicità. Noi governiamo con moderata severità, e siamo soddisfatti di un'obbedienza pure moderata. La nostra gente è moderatamente sobria, moderatamente casta, e moderatamente onesta".

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Sellerio Editore Palermo

Collana La memoria

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/1995

Pagine  232

Lingua Italiano

Titolo Originale Lost Horizon

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788838911545


Traduttore Simona Modica  -  S. Modica

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
2
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Orizzonte perduto

Anonimo - 12/05/2009 00:08

voto 4 su 5 4

Un libro che sin dalla copertina (ottima scelta di Sellerio editore) lascia trasparire un senso di " mistico" e di "pace". La storia, nonostante gli anni che si porta sulle spalle, resta ancora oggi attuale. La ricerca di una spiritualità mai come oggi perduta, e da molti ricercata in religioni e tradizioni orientali appare al lettore, tra le pagine di questo libro, in tutti i suoi aspetti: la ricerca del tempo da poter dedicare a se stessi, la ricerca di una quiete interiore che si "ripercuota" sulla quotidianità, la fuga dalle ansie e dalle frenesie quotidiane... Quest'opera letteraria di Hilton, sinceramente, merita una lettura attenta e meditativa da parte del lettore. Un romanzo storia della letteratura ed una facile e leggera guida alla ricerca d'una parte di se che a volte intravediamo nello specchio ma che in queste pagine spesso risalta maggiormente. Un libro che fa sognare e fa pensare... un libro da leggere assolutamente!

Orizzonte perduto

Anonimo - 06/02/2001 00:00

voto 4 su 5 4


Orizzonte perduto appartiene alla categoria di quei romanzi che hanno lasciato un segno indelebile nella letteratura internazionale. Il racconto, avventuroso all'inizio, si fa via via più surreale, coinvolgendo intimamente il lettore. La narrazione può apparire un po' datata nei valori ma, tenendo conto che la prima edizione risale al 1933, nell'insieme si può dire che non dimostri i suoi anni. L'autore, James Hilton, si ispirò alla narrazione dei Padri Evariste Regis Huc (1813-1860) e Joseph Gabet (1810-1863), ferventi missionari, che percorsero l?Asia centrale attraversando il nord della Cina, la Mongolia e il Tibet fino a giungere a Lhasa nel 1846. Per Hilton la preziosità di Shangri-La non è data dalla saggezza ancestrale dei suoi abitanti originari ma dal fatto che la loro guida spirituale, un missionario cattolico belga (Padre Perrault), vi aveva raccolto le cose migliori della cultura europea e che una fratellanza di adepti custodiva per difenderle da un imminente disastro mondiale. Loro dimora era la lamaseria di Shangri-La, torreggiante sulla valle della Luna Blu in cui i felici abitanti conducevano la loro vita, immuni da malattie e dallo scorrere del tempo . In questa curiosa avventura possiamo intravedere nel Gran Lama (Padre Perrault) il ritratto del Padre Gesuita Ippolito Desideri (1684-1733) che soggiornò realmente in un monastero tibetano presso Lhasa e che divenne fervente ammiratore delle dottrine che invece avrebbe dovuto combattere. Questo romanzo, impregnato di misticismo, influenzato dalle idee teosofiche del tempo, ebbe un grande successo negli Stati Uniti anche grazie all'omonimo film di Frank Capra (1937). E' curioso notare come ancor oggi Shangri-La sia da molti collocata fisicamente e storicamente in Tibet, quasi dimenticando lopera di fantasia di James Hilton al quale si deve la creazione di un mito, ancor oggi vivo in occidente, tra i più radicati e romantici del XX secolo.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima