Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Piccola ombra (La)
Piccola ombra (La)

Piccola ombra (La)

by Banana Yoshimoto
pubblicato da Feltrinelli

8,07
9,50
-15 %
9,50
Disponibile.
16 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Cosa significa tradire? Come si tradisce? Il tradimento ha per tutti lo stesso significato? Banana Yoshimoto, più che dare risposte, disegna paesaggi emotivi che delineano i confini di uno degli aspetti più dolorosi ed enigmatici del vivere. Chi tradisce? La fanciulla che ha una relazione con un uomo sposato o la moglie ingannata che, consapevole dell'affaire, mente annunciandole la morte dell'amante? Chi si sente più tradito? La madre che pensa sia giusto confidare alla figlia la data di morte della nipotina appena nata, rivelandole il suo calcolo astrologico, o la figlia che non vorrà mai più perdonarla per la nefasta profezia? Le protagoniste di questi racconti sono giovani donne giapponesi tra i venti e i trent'anni. Per motivi disparati, si trovano in Argentina, Paraguay, Brasile: terre dalle tinte fortissime, colme di una straordinaria energia vitale che colpisce la loro sensibilità. Sono tutte partecipi o spettatrici di un tradimento che, dalla prospettiva straniata dell'essere altrove, acquista una dimensione diversa e diventa un'occasione speciale per riflettere più profondamente sulla propria identità. Come spesso succede con Banana Yoshimoto, più che la trama in sé, è lo sviluppo dei personaggi ad avere importanza, il loro modo di accostarsi alla realtà e ai suoi molteplici aspetti. E nelle loro differenti vicende, il tradimento diventa un inevitabile passaggio dell'esistenza, un'esperienza integrante della vita.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Feltrinelli

Collana I canguri

Formato Libro

Pubblicato 22/06/2002

Pagine 102

Lingua Italiano

Titolo Originale Furin to Nanbei

Lingua Originale Giapponese

Isbn o codice id 9788807701436

Traduttore Alessandro Giovanni Gerevini  -  A. G. Gerevini

5 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
2
2 star
1
1 star
1
Piccola ombra (La)

RAPA MASSIMILIANO - 22/01/2003 10:12

voto 3 su 5 3

Un continuo regresso nel ricordo profondo di ognuno di noi, come motore indispensabile per il continuo della nostra esistenza. Una ''piccola ombra'' che ci portiamo dietro, onnipresente, rappresentatrice, prefatrice del nostro futuro. Alcova di profonde paure, misurazioni costanti. Ricerca dell'imprevisto, ricerca del ricordo, ricerca del tradimento, ricerca della luce di quella luce tersa, che appartiene al tramonto di un paese dove non hai radici. Letto gennaio 2003

Piccola ombra (La)

Anonimo - 25/08/2002 19:06

voto 3 su 5 3

è strano!ma ancora una volta Banana mi ha sorpresa!!! ''Kitchen'' è molto meglio decisamente,anche se,avendo letto anche tutti gli altri suoi libri,non è certo il mio preferito.''La piccola ombra'' nn è ambientato in Giappone e forse è proprio questo che lo rende insolito!e inoltre anche la tematica scelta non è delle più facili da trattare.nonostante tutto questo è carino ed è adatto per una lettura a tempo perso.

Piccola ombra (La)

Anonimo - 05/08/2002 14:31

voto 2 su 5 2

sono rimasta un po' delusa ma forse solo perche'sono culturalmente troppo lontana dall'autrice.

Piccola ombra (La)

Anonimo - 22/07/2002 11:12

voto 4 su 5 4

Dire capolavoro è un pò eccessivo... Kitchen è sempre kitchen. Ma ho intenzione di non tralasciare nemmeno un saggio di Banana Yoshimoto. Come al solito non si perde nella monotonia. Questo come tutti gli altri ''suoi'' libri ha quel non sò che di imprevedibile che ti porta da una situazione all'alra in così poche pagine che non è mai banale l'atmosfera...e soprattutto la fine non la indovini mai...anche perchè per la maggior parte dei racconti è talmente sottile che quasi è inesistente. Non è sicuramente un esplosione di allegria e leggereza che regna nei capitoli del libro....ma riesce secondo me a incuriosire sempre!

Piccola ombra (La)

Anonimo - 15/07/2002 21:09

voto 1 su 5 1

Io ci ho riprovato. Avevo già tentato la strada della Yishimoto, deludente, ma le ho voluto dare un'altra chance, attratta dalla brevità del libretto e dall'argomento. L'anima di Banana è muta, triste di quella tristezza che ogniuno di noi ha dentro in embrione, e che in embrione rimane anche nei suoi racconti. Il piacere sottile per la malinconia, il retorico stupore per l'inevitabilità del tempo che corre e della vita che fugge. Retorica, luoghi comuni, in situazioni immobili e grige, atmosfere statiche, personaggi intrappolati in depressioni alle quali sembrano aver ceduto con passività. Non penso proprio che mi ci ribeccherà.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima