Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Piccoli sacrifici

by Ann Rule
pubblicato da Longanesi

Prezzo:
18,00 9,00
Risparmio:
9,00 -50 %
In promo:
3x2 su migliaia di libri
mondadori card 18 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo mercoledì 1 febbraio.  (Scopri come).

Descrizione

Springfield, Oregon, 19 maggio 1983. Sono quasi le undici di sera quando una donna si presenta al pronto soccorso: è sconvolta e ha una lieve ferita al braccio. L'unica cosa che riesce a dire è: "Hanno sparato ai miei bambini!" E infatti nella sua auto i medici inorriditi trovano i tre piccoli coperti di sangue: sul sedile anteriore c'è Cheryl, sette anni, ormai in fin di vita; su quello posteriore ci sono Danny, tre anni e Christie, otto anni. Tutti e tre sono stati colpiti al petto: a bruciapelo e a sangue freddo. Ma cos'è successo davvero? La madre, Diane Downs, sostiene che uno sconosciuto l'ha bloccata per strada e poi si è messo a sparare, ma questa versione dei fatti non convince né i medici né i poliziotti. Comincia così la lunga, ostinata e paziente indagine dell'assistente procuratore distrettuale Fred Hugi, il quale fa di tutto per proteggere i due bambini superstiti e trovare gli elementi sufficienti a far processare Diane per omicidio. Sì, proprio Diane, con una famiglia oppressiva alle spalle, un'esistenza turbolenta, una tormentata vita sentimentale scandita da numerose relazioni come quella con Lew Lewiston, l'uomo che le è rimasto nella carne e nel sangue come la rosa che si è fatta tatuare sulla spalla, simbolo del loro legame. Lew che non vuole tornare con lei, che non si decide a lasciare la moglie ma soprattutto... non vuole bambini fra i piedi. Come i ritrattisti del tribunale, che non riescono a fissare sulla carta una sola emozione del viso di Diane Downs, chiunque sia coinvolto nella vicenda è spiazzato dalla sua figura camaleontica. Chi è veramente Diane? E' una spietata assassina disposta a sacrificare la vita dei propri figli sull'altare di un amore impossibile o è solo vittima dei pregiudizi della gente, che vede con sospetto il suo comportamento bizzarro e spesso scandaloso? E' questo il modo feroce con il quale ha voluto spezzare il cerchio degli abusi subiti durante l'infanzia o è stata incastrata da qualcuno che la odia? La verità è difficile da accettare, soprattutto per Diane, che continua a gridare la propria innocenza.
Otto tavole fuori testo.
Con la consulenza di Kathy Mennillo e Andrea Molinari.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Longanesi

Collana Il Cammeo

Formato Rilegato

Pubblicato  01/01/2003

Pagine  574

Lingua Italiano

Titolo Originale Small Sacrifices

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788830420656


Traduttore Maria Cristina Pietri  -  M. C. Pietri

8 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
2
4 star
4
3 star
2
2 star
0
1 star
0
Piccoli sacrifici

consuelo - 21/12/2006 06:46

voto 5 su 5 5

Ogni libro della Rule è un onesto resoconto dei fatti accaduti. Unisce abilmente la cronaca ai sentimenti dei personaggi implicati, senza tuttavia far trapelare i suoi. Anche in questo caso dove le vittime sono dei bimbi.

Piccoli sacrifici

Anonimo - 13/09/2006 17:59

voto 4 su 5 4

La storia in sé è agghiacciane. Tre bambini piccoli. Massacrati a colpi di fucile. E la madre, una bella ragazza sfuggente e narcisista, capace di piangere e dilaniare, predatrice di uomini e affamata d'amore, brava cristiana e spietata....? Forse esagero, ma dopo aver letto PICCOLI SACRIFICI mi è venuto in mente il delitto di Cogne....

Piccoli sacrifici

Alice - 19/07/2005 15:35

voto 5 su 5 5

Molto obiettiva l'autrice Ann Rule che dopo anni di criminologia si dedica alla scrittura che risente sicuramente del lavoro svolto in precedenza. Trovo abbia un piacevole metodo di scrittura, coinvolgente e molto razionale.

Piccoli sacrifici

C. - 06/09/2004 16:22

voto 3 su 5 3

Non posso certo definire un capolavoro il libro....è una ricostruzione dei fatti dai vari punti di vista.L'ho trovato cmq travolgente ed agghiacciante,da leggere tutto d'un fiato,affascinata e orripilata al tempo stesso da questa madre che è vittima e carnefice.Trovo bravissima ANN RULE che ha scritto senza lasciar trapelare la propria impressione personale e mi son ripromessa di leggere al più presto ''un estraneo al mio fianco.

Piccoli sacrifici

Anonimo - 04/07/2004 22:12

voto 4 su 5 4

Anch'io sono contenta che stanno avendo successo in Italia i libri di Ann Rule; io ho letto anche Un estraneo al mio fianco e mi ha coinvolto moltissimo: sono entrambe storie drammaticamente vere che non dimenticherete mai +. Come può una persona definita ''normale'' uccidere così? Cosa scatta nella mente di questa gente? Quali traumi li fa diventare ''mostri''?

Piccoli sacrifici

Isabella - 23/02/2004 14:46

voto 4 su 5 4

Sono veramente contenta del successo che stanno riscuotendo i libri di Ann Rule in Italia, io li ho conosciuti prima in lingua originale e sono felicissima che finalmente si abbia la possibilità di conoscerla ed apprezzarla anche qui! W Ann Rule!

Piccoli sacrifici

Anonimo - 11/10/2003 18:34

voto 4 su 5 4

da non perdere stupendo coinvolgente+

Piccoli sacrifici

Vittorio---- - 10/07/2003 06:35

voto 3 su 5 3

Il romanzodi Ann Rule ci racconta la storia realmente accaduta a Springfield (Oregon) nel 1983. Cosa successe quella sera rimase per lungo tempo un vero mistero che divise l'opinione pubblica americana. Una corsa contro il tempo per salvare le creature vittime dell'aggressione, tre bambini di otto, sette e tre anni; una corsa affannosa per consegnare alla giustizia il colpevole. Diane Downs, la madre, principale indiziata, divise per molto tempo l'opinione pubblica americana tra colpevolisti ed innocentisti. Il romanzo/verità della Rule si attiene ai fatti, alle prove acquisite dalla polizia, ai test e a tutte le prove balistiche effettuate, ai diari tenuti dalla madre. Prove insomma, non fiction. Ne esce un romanzo che in certi momenti può sembrare noioso se non si è preparati ad aspettare, a ''leggere fino in fondo'' questo strano personaggio, Diane Downs, se non si ha la pazienza di scorrere gli atti presentati al processo, prove e controprove, ecc. Insomma non è il romanzetto giallo da leggere aspettando dall'autore i '' classici colpi di scena''. Qui è tutto vero, è un film '' girato in presa diretta'' , non quello con le macchine da presa sui carrelli , gli effetti speciali e il direttore della fotografia che rende tutto più bello e ovattato. Il sangue è vero non salsa di pomodoro e questi bambini, purtroppo, non sono attori con i ricciolini e gli effetti di luce sui capelli: si porteranno per sempre quella notte nel cuore, nell'anima o in qualche angolo remoto del loro cervello Non dimentichiamo che questa scrittrice ha una vasta esperienza nel campo della criminologia e tecniche investigative avendo lavorato nella polizia ed essendo consulente della CIA. L'anima da poliziotta rimane e si sente! Nota: Peccato che a metà del libro, probabilmente per rendere ancora più reale il racconto, l'editore o chi per esso, abbia deciso di inserire alcune tavole con le fotografie/documento dei protagonisti ripresi in alcuni momenti ''importanti'' , alcune di queste ''svelano'' in anticipo le tappe successive del romanzo.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima