Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Prigioniero 325, Delta Camp
Prigioniero 325, Delta Camp

Prigioniero 325, Delta Camp

by Nizar Sassi
pubblicato da Einaudi

Prezzo:
13,50 11,47
Risparmio:
2,03 -15 %
mondadori card 23 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 24 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Lione, giugno 2001. Nizar Sassi è un ragazzo come tanti altri, di una famiglia tunisina ben inserita nel tessuto sociale francese. La politica e la religione, come del resto la scuola, a Nizar non interessano granché e di Al Qaeda o Bin Laden non ha mai sentito parlare. Ma una passione vera il ragazzo ce l'ha: sono le armi. Così, malauguratamente, si lascia convincere da qualcuno a seguire un corso di addestramento e, mentendo alla famiglia, vola verso il Pakistan. L'11 Settembre, e quello che nelle settimane successive si scatena, sorprendono Nizar nel posto sbagliato al momento sbagliato. Il Pakistan chiude le frontiere e Nizar viene venduto alla Cia e spedito a Guantanamo...

Dettagli

Generi Non definito

Editore Einaudi

Collana Einaudi. Stile libero. Inside

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/2006

Pagine  171

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788806184711


Traduttore G. Barbiani

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Prigioniero 325, Delta Camp

Bimba - 03/07/2007 11:31

voto 3 su 5 3

Una storia vera non può essere definita capolavoro perchè spesso, come in questo caso è veramente una tragedia, lo consiglierei perchè nonostante io non tolleri certe persone e certi fatti avvenuti, ci sono anche ragazzi normali che si trovano nel posto sbagliato e finiscono male.. per questo dovrebbe insegnare a tutti qualcosa.. io ho vent'anni e mi piacerebbe che questo libro servisse non per condannare gli americani carcerieri ingiusti o gi afgani terroristi, ma per capire che un ragazzo o una ragazza che hanno una vita normale non devono per forza andarsi a cercare casini strani, si tengano la loro vita così com'è che è sempre meglio di tante altre. perchè alla fine 1, 2 o 5 anni in carcere, in questo caso anche di massima sicurezza, non li cancelli più dalla memoria.. non si può mai avere pieno controllo di ciò che succede attorno a noi.. soprattutto se ci si trova in un posto lontano da casa e nessuno sa realmente dove si è.. a tutti meglio una scappatella con il proprio fidanzato/a che una fuga in incognito per sparare due caricatori in aria senza essere disturbati!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima