Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Professione peacekeeper. Da Sarajevo a Nassiriyah, storie in prima linea
Professione peacekeeper. Da Sarajevo a Nassiriyah, storie in prima linea

Professione peacekeeper. Da Sarajevo a Nassiriyah, storie in prima linea

by Andrea Angeli
pubblicato da Rubbettino

Prezzo:
12,00 10,20
Risparmio:
1,80 -15 %
mondadori card 20 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo giovedì 26 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

La vita in prima linea di un funzionario ONU che attraversa alcune tra le più gravi crisi mondiali. Lo spaccato di un mestiere nuovo, che riserva sollecitazioni, imprevisti e avventure di ogni tipo. Una testimonianza diretta di quello che comporta l'impegno del portavoce di missioni impossibili.Aneddoti e riflessioni di un osservatore privilegiato sulla vita dei caschi blu dall'America latina alla Namibia, dal Sudest asiatico ai Balcani e all'Iraq. Episodi registrati da giornali e tv riemergono a tuttotondo dalla penna di chi più di altri è stato al fianco dei 'soldati di pace' italiani.

Dettagli

Generi Politica e Società » Guerra e difesa » Politica e Istituzioni » Istituzioni e organizzazioni » Relazioni internazionali

Editore Rubbettino

Collana Storie

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/2005

Pagine  344

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788849812503


Prefatore Gianni Riotta

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Professione peacekeeper. Da Sarajevo a Nassiriyah, storie in prima linea

Anonimo - 31/05/2007 12:16

voto 4 su 5 4

Ho appena finito di leggere il libro di Andrea Angeli e come per magia mi è ritornato alla mente un bellissimo pensiero di Saint Exupery: ''Costruire la pace è costruire la stalla abbastanza grande perchè il gregge intero vi si addormenti. E' costruire il palazzo abbastanza vasto perchè tutti gli uomini vi si possano ritrovare senza niente abbandonare dei loro bagagli. Non si tratta affatto di amputarli per farceli entrare. Costruire la pace è ottenere da Dio che ci presti il suo mantello di pastore per ricevere gli uomini in tutta l'estensione dei loro desideri.'' Penso che Dio presti volentieri il suo mantello a persone come Andrea Angeli.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima