Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Proibito
Proibito

Proibito

by Tabitha Suzuma
pubblicato da Mondadori

Prezzo:
16,00 13,60
Risparmio:
2,40 -15 %
mondadori card 27 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 24 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Lochan e Maya sono fratello e sorella. Lui ha 18 anni, è chiuso e solitario; lei ne ha 16, è sensibile e molto più matura di quello che la sua età richiederebbe. La loro ragione di vita, la loro preoccupazione più grande, è prendersi cura dei tre fratellini minori, allo sbando da quando il padre li ha lasciati e la madre si è abbandonata all'alcool. Sempre insieme, sempre vicini, sempre più complici. Un legame che rischia di trasformarsi in un dolce sentimento e una fatale attrazione. Età di lettura: da 14 anni.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri , Bambini e Ragazzi » 13-16 anni » Narrativa » Narrativa

Editore Mondadori

Collana Chrysalide

Formato Brossura

Pubblicato  24/01/2011

Pagine  353

Lingua Italiano

Titolo Originale Forbidden

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788804606314


Traduttore L. Borgotallo

7 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
7
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Proibito emanuelabooklove

Emanuela Booklove - 08/10/2013 09:55

voto 5 su 5 5

Lochan frequenta l'ultimo di scuola, ed è quasi maggiorenne. E' molto bravo negli scritti ed ha degli ottimi voti ma essendo introverso ha difficoltà nelle materi orali, il che, per poter andare all'università è fondamentale. Abita con sua madre, che passa la maggior parte del tempo fuori casa a spassarsela col compagno Dave e quando è a casa è ubriaca, e con le sorelle Maya e Willa ed i fratelli Kit e Tiffin; il padre se n'è andato in Australia con un'altra donna lasciandoli soli e in difficoltà. Vivono in una casa popolare, contornata da bottiglie rotte e lattine vuote in un quartiere decadente, dove la maggior parte dei bambini vive per strada senza alcun genitore che si occupi di loro. Lochan è il fratello maggiore, l'"uomo di casa" come lo definiscono sua madre e sua sorella Maya, più piccola di lui di soli 13 mesi, con la quale ormai si occupa a tempo pieno dei fratelli più piccoli, delle spese, della cucina, insomma di tutto ciò che due adolescenti non dovrebbero preoccuparsi. Tra i due fratelli si instaura un rapporto molto profondo, e diventano un sostegno l'uno per l'altra, ed insieme dovranno rimediare ai danni che due genitori assenti hanno creato sia nelle loro vite che in quelle dei fratelli più piccoli cercando di sopperire alle mancanze di quelli che invece avrebbero dovuto colmare e riempire d'amore i propri figli. Questo è uno di quei libri che ti arriva dentro come un pugno, che ti prende il cuore e te lo strazia. Vorresti smettere di leggere perchè non vuoi credere che possa esistere una storia del genere ma poi ti rendi conto che questa purtroppo è la realtà di molti, una realtà che riguarda molte famiglie e questo fa ancora più male, perchè ti rendi conto che in una storia come questa c'è poco di irreale. La scrittrice è stata veramente brava a trasportarmi nella vita di Lochan e di Maya, e tutti i personaggi sono ben descritti. Veramente un bellissimo libro!! Lo consiglio a chi ama le storie con sentimenti veri e profondi, e a chi cerca emozioni forti. SPOILER PER CHI HA LETTO IL LIBRO Ho concluso la lettura di questa storia sconvolgente e straziante, e adesso posso ricominciare a respirare...sono rimasta incollata alle pagine finali senza riuscire a smettere di leggere pur essendo tarda notte, nonostante le lacrime ed il dolore, non puoi non andare avanti. Adesso che ci ripenso, sento un magone dentro, il peso e il dolore che hanno vissuto Lochan e Maya. L'amore tra fratello e sorella, qualcosa di innaturale e di proibito...ma anche le loro responsabilità erano innaturali; loro dovevano e avrebbero dovuto essere dei ragazzi come tanti,con una madre presente e non perennemente fuori casa o ubriaca, senza il peso di crescere i fratelli più piccoli, cucinare, badare alla casa, pagare le bollette...quando la vita stessa è malsana si commette qualcosa di malsano e ci si appiglia a qualunque cosa e non si comprende più cosa sia giusto o sbagliato!!! Anche se sembra assurdo, dopo che si legge un libro del genere si riesce a comprendere almeno in parte ciò che può scattare nella mente di alcuni ragazzi che vengono abbandonati dai genitori, a come si possano sentire soli ed a come ci si possa affezionare addirittura tra un fratello e una sorella, trasformarlo in amore, l'amore quello vero, quello che ti travolge, che ti illumina, che ti può innalzare e distruggere allo stesso tempo. Pur essendo un amore proibito il loro, l'autrice è riuscita a far comprendere il perchè di tale amore e di provare compassione e comprensione per una situazione del genere. Il mio pensiero alla conclusione del libro è: il carcere e la gogna ai genitori di queste anime indifese e non ai bambini e ai ragazzi che non comprendono e non conoscono nessun'altra forma d'amore se non la solidarietà tra fratelli, che a volte può diventare amore, pur di credere ancora che qualcosa di buono al mondo ancora c'è!

Proibito lory1971a

loredana Filippi - 08/06/2013 23:34

voto 5 su 5 5

Lessi per la prima volta di questo libro su un giornalino della Mondadori ma, per un motivo o per laltro, non mi ero mai decisa a comprarlo; alla fine, lho acquistato. Avevo letto moltissime recensioni più che positive perciò mi aspettavo grandi cose e devo dire che le mie aspettative non sono state deluse. La storia è piuttosto diversa da quelle che leggo solitamente e mi ha colpito in maniera molto positiva. Lautrice è stata bravissima a descrivere la disastrosa situazione familiare dei protagonisti, le difficoltà, la routine di tutti i giorni, il peso che Lochan e Maya sono costretti a portare sulle spalle a causa di un padre e una madre disamorati che non ne vogliono saperne di crescere. Ottima anche la esposizione dei sentimenti che i due ragazzi provano per i fratellini, la disponibilità a sopportare qualunque sacrificio purché loro stiano bene; emozioni queste, che solitamente percepiscono i genitori. Bella anche la storia damore, non tanto per come viene narrata solo sporadicamente mi ha fatto tremare il cuore- quanto, piuttosto, per come è stata esaminata: quello che agli occhi di tutti sembra qualcosa di orribile e ripugnante, per Loch e Maya è la cosa più naturale del mondo, e che diritto hanno gli altri di giudicare?Storia, questa, che ti fa porre domande importanti, alle quali non cè risposta. Il finale, davvero straziante e inaspettato fino allultimo, ha portato alle lacrime anche me. Ho apprezzato molto pure il modo di scrivere dellautrice: dolce e romantico, scherzoso e ironico, a volte colloquiale, ma anche realistico. Penso che soprattutto questultima sia una caratteristica da apprezzare: tutti i libri che ho letto, quale più, quale meno, presentavano una scrittura idealizzata; invece Tabitha descrive la realtà così comè, anche con crudezza se necessario. Nonostante tutto, pensavo che la storia mi avrebbe coinvolto di più, ma forse ero io a non essere dellanimo adatto. Le assegno comunque il massimo, per limpegno (tantissimo!) che ci devessere voluto per scriverla.

Proibito sammy25

sammy25 - 07/05/2013 18:32

voto 5 su 5 5

Una storia d'Amore (di Amore vero, con la A maiuscola) struggente e che mette in discussione tutto quello in cui si è abituati a credere. Lo rileggo spessissimo, e ogni volta è un'emozione.

Proibito

Anonimo - 11/10/2011 12:45

voto 5 su 5 5

Bello e straziante. Mi sono ritrovata talmente coinvolta in questa storia che, quando sono arrivata in prossimità del finale, ho dovuto decidere se continuare o lasciare questa storia sospesa. Ho affrontato la fine ma il loro amore mi ha segnata.

Proibito

Anonimo - 26/08/2011 21:04

voto 5 su 5 5

Dolorosamente bello, non saprei cos'altro dire. L'ho appena terminato e,dopo la rabbia,in me adesso c'è solo un grande vuoto. La tristezza mi ha scavato dentro l'anima un solco che non smette di sanguinare, sono a brandelli. L'amore che traspare dalle pagine di quest'opera magistrale mi ha inciso la pelle come un bisturi affilato, mi ha rubato il cuore riducendolo a un truciolo di legno.Non mi è mai capitato di provare un dolore quasi fisico alla fine di un romanzo, adesso posso dire di sapere cosa si provi ad essere miseramente annientato dal potere dell'inchiostro su carta. Magnifico, davvero. Inusuale,intenso,commovente,raffinato, amaro come solo la vita sa essere. Ne sono certo, mi rimarra nel cuore. Maya e Lochan ,con le loro mille paure, la loro fragilità,il loro trascinante amore, rimarrano con me. Sempre. Forse l'intravedere la costa del libro fra gli scaffali della mia libreria mi farà rabbrividire ancora per un pò, portandomi con la stessa violenza di un pugno a una realtà che vorrei lasciar sepolta dentro di me,poi con un sorriso lieve ripenserò alla purezza di questo grande amore e il grigiore della mia tristezza si diraderà come una nuvola lontana.

Proibito

Anonimo - 25/07/2011 16:00

voto 5 su 5 5

Questo libro è assolutamente eccezionale. Ti emoziona e ti travolge come un'onda grazie a questi due giovani protagonisti uniti in un amore impossibile. Un libro che rileggerei altre 100 volte!

Proibito

Anonimo - 03/02/2011 23:29

voto 5 su 5 5

Anche la copertina è perfetta: un cuore fatto di filo spinato. Il romanzo racconta una storia d'amore condannata in partenza. Perché? Perché i due ragazzi protagonisti sono fratello e sorella. Una tematica per niente facile, senza dubbio coraggiosa ma rischiosa. Ho deciso di leggere questo libro perché ero curiosa di scoprire come sarebbe stato trattato l'incesto (argomento tabù per la maggior parte delle persone) e devo dire che sono rimasta colpita. Vi confesso che arrivata ad un certo punto ho sperato in qualcosa che chiaramente non sarebbe mai potuto accadere (naturalmente non si poteva fare altrimenti). Nonostante tutto, l'autrice è riuscita a trattarlo con delicatezza e grazia senza suscitare alcun sentimento di disgusto o repulsione. Una storia che fa molto riflettere. Il lettore resta profondamente coinvolto nel dolore dei due protagonisti grazie allo stile che usa l'autrice: scritto in prima persona, ogni capitolo ha per titolo il nome del personaggio che prenderà la parola mettendo a nudo i propri sentimenti (i due protagonisti). Ho molto apprezzato questa scelta. L'autrice è riuscita a fare una stupenda caratterizzazione dei personaggi: intensi, autentici, fragili e umani. L'incesto è il tema principale ma non mancano argomenti come l'abbandono, la depressione, i tipici problemi adolescenziali. Toccante, duro, bello, struggente, esplicito e commovente. Difficile che passi inosservato.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima