Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Quattro etti d'amore, grazie

by Chiara Gamberale
pubblicato da Mondadori

Prezzo:
17,00 14,45
Risparmio:
2,55 -15 %
In promo:
Centinaia di film 3x2
mondadori card 29 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 28 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

Quasi ogni giorno Erica e Tea s'incrociano tra gli scaffali di un supermercato. Erica ha un posto in banca, un marito devoto, una madre stralunata, un gruppo di ex compagni di classe su facebook, due figli. Tea è la protagonista della serie tv di culto "Testa o Cuore", ha un passato complesso, un marito fascinoso e manipolatore. Erica fa la spesa di una madre di famiglia, Tea non va oltre gli yogurt light. Erica osserva il carrello di Tea e sogna: sogna la libertà di una donna bambina, senza responsabilità, la leggerezza di un corpo fantastico, la passione di un amore proibito. Certo non immaginerebbe mai di essere un mito per il suo mito, un ideale per il suo ideale. Invece per Tea lo è: di Erica non conosce nemmeno il nome e l'ha ribattezzata "signora Cunningham". Nelle sue abitudini coglie la promessa di una pace che a lei pare negata, è convinta sia un punto di riferimento per se stessa e per gli altri, proprio come la madre impeccabile di "Happy Days". Le due donne, in un continuo gioco di equivoci e di proiezioni, si spiano la spesa, si contemplano a vicenda: ma l'appello all'esistenza dell'altra diventa soprattutto l'occasione per guardare in faccia le proprie scelte e non confonderle con il destino. Che comunque irrompe, strisciante prima, deflagrante poi, nelle case di entrambe. Sotto la lente divertita e sensibile della scrittura di Chiara Gamberale, ecco così le lusinghe del tradimento e del sottile ma fondamentale confine tra fuga e ricerca.

La nostra recensione

Recensione di Laura Failla

Premessa: adoro Chiara Gamberale! Ho amato "Le luci nelle case degli altri" e "L'amore quando c'era". Quindi, acquistando questo suo ultimo lavoro, ero sicura di spendere bene i miei soldi. E così è stato!

Appena aperto il libro, vi immergerete nelle vite di Erica e Tea. Due esistenze contrapposte, due vite diverse, agli antipodi, che, però, si incrociano quasi quotidianamente in un supermercato, si sfiorano nella quotidianità anche più distante. E si spiano. Ognuna guarda il carrello dell'altra e dell'altra desidera la vita...o meglio, quella che crede che sia la vita.
Erica si dibatte tra lavoro, famiglia, quotidianità e, guardando Tea e il suo carrello fatto di yogurt e acqua minerale, desidera la sua spensieratezza, la sua leggerezza.
Tea, invece, guarda Erica, guarda quel carrello pieno di sughi, di pasta, di biscotti, di tagli di carne di cui le non conosce neanche l'esistenza e vede in lei una quotidianità, una pace, una serenità che lei non ha mai conosciuto.
In questo libro, la Gamberale ci porta a riflettere su quanto ognuno di noi idealizzi ciò che non conosce, non sia (quasi) mai soddisfatto di ciò che ha e cerchi altrove quella parvenza di felicità a cui tutti sembriamo ambire.
Erica è certa che Tea, bella e famosa, sia felice. Tea è sicura che ad Erica non manchi nulla. Ma è proprio così? Andando avanti nella lettura, ci accorgeremo che non sempre l'erba del vicino è quella più verde. Ma, soprattutto, capire che, spesso, la felicità risiede in ciò che abbiamo già, ma dobbiamo rischiare di perderlo per rendercene conto.
Brava a Chiara Gamberale che, con una scrittura scorrevole e mai noiosa, riesce a strappare sempre qualche riflessione ai suoi lettori!
Bella, inoltre, l'idea, di far iniziare ogni capitolo con il contenuto di un carrello della spesa "spiato" da una delle due protagoniste!

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Mondadori

Formato Rilegato

Pubblicato  26/03/2013

Pagine  242

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804616283


5 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
2
4 star
1
3 star
2
2 star
0
1 star
0
Quattro etti d'amore, grazie trudybliss

trudy bliss - 11/11/2013 15:40

voto 3 su 5 3

Non do più di tre stelline a questo libro. L'autrice non mi ha mai fatto impazzire, è come se avessi un'antipatia a pelle nei suoi confronti. Questo influenza sicuramente il mio giudizio, ma pur rimanendo obiettiva rimane il fatto che sebbene si apprezzi il linguaggio colloquiale utilizzato dall'autrice, la storia sia piuttosto ovvia e banale, e non riesca a lasciare gran che.

Quattro etti d'amore, grazie grecchi

Fulvia Grecchi - 22/10/2013 14:52

voto 5 su 5 5

E' la storia di noi donne descritta in modo superbo da Chiara Gamberale. Chi di noi non ha mai sognato di avere la vita di un'altra? Al supermercato Erica guarda il carrello pieno di yogurt di Tea invidiandole la vita tranquilla, mentre Tea guardando il carrello di Erica pieno di ogni cosa le invidia la vita con una famiglia di cui prendersi cura. Non si conoscono ma per una strana ragione le loro vite si sono incrociate facendole ragionare sulle loro scelte.

Quattro etti d'amore, grazie elisamidelio

Elisa Midelio - 14/10/2013 18:29

voto 5 su 5 5

Chiara Gamberale ha un pregio impagabile: quello di entrarti dentro, a volte come un pugno dritto nello stomaco, altre volte come una carezza che ti avvolge. Questo libro (forse ancora più bello de "Le luci nelle case degli altri" ) ha la capacità di tenerti legata a quelle pagine come una calamita. Lo leggevo ovunque, sul pullman, in cucina mentre aspettavo che le zucchine cuocessero, sull'asciugamano mentre prendevo il sole... E' impossibile non identificarsi in Tea, così fragile, vulnerabile, completamente persa di un uomo che non la sa apprezzare o in Erica, così concreta e pratica, entrambe alla ricerca di qualcosa di Altro, di lontano, di irraggiungibile. Così diverse ma così in fondo uguali, entrambe alla ricerca di qualcosa. Ma di cosa? Credo solo della felicità.

Quattro etti d'amore, grazie seraxt

serena tiralongo - 07/10/2013 21:04

voto 3 su 5 3

Lettura, leggera, poco impegnativa, ideale per qualche ora di svago e leggerezza. La storia non coinvolge molto ed i personaggi rimangono un pò troppo sospesi, per i miei gusti. L'idea di base è originale: due donne che si scrutano attraverso la spesa reciproca ma condita da un pò troppi clichè!

Quattro etti d'amore, grazie silviaarimi

Silvia Tangredi - 20/05/2013 16:56

voto 4 su 5 4

Un libro dalla scrittura molto semplice, diretta, colloquiale. Un romanzo all'apparenza leggero ma che nasconde al suo interno temi importanti, problematiche reali e attuali. Un monito ai giovani per riflettere attentamente prima di effettuare scelte avventate che mettano in gioco il loro futuro ed un consiglio alle persone più mature, la vita perfetta non esiste, siamo solo noi che possiamo renderla migliore senza invidiare l'erba del vicino ma imparando a far crescere rigogliosa la nostra.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima