Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Rembrandt
Rembrandt

Rembrandt


pubblicato da Rizzoli

Descrizione

"Diceva Marcel Duchamp che è impossibile, forse addirittura blasfemo, commentare un'opera d'arte. Solo gli occhi e un determinato atteggiamento mentale possono collocarci in giusta disposizione davanti a una tela, una scultura, un'incisione. La parola è non solo arbitraria ma insolente e ridicola, e rischia sempre di sovrapporsi a quanto la tela o la scultura dicono. La parola può tradire. Inoltre: chi siamo noi, uomini d'oggi? E con quali metri possiamo misurare il frutto d'un'arte antica? Tre secoli esatti ci dividono da Rembrandt, una distanza infinita. Noi abbiamo perduto la nostra misura, mentre un europeo del Seicento era davvero il signore dell'universo. Rembrandt e noi: corre una differenza come tra la sua "Lezione d'anatomia" del 1632 e il documentario cinematografico d'una operazione sul cuore. Che è già un altro cuore. Il Seicento fu certamente l'ultimo dei secoli d'oro. Subito dopo, corroso e svanito l'oro, dovettero inventare i Lumi. Il Seicento è il grande teatro, è la sicurezza di un continente battagliero e soddisfatto, l'Europa. Quando Rembrandt muore, nel 1669, Newton ha appena scomposto la luce, Molière ha messo in scena il "Misantropo", Milton concluso il suo "Paradiso perduto". Un grande sipario sta per calare sugli orgogli e le certezze dell'uomo europeo, anche se i suoi atti di dominio lo illuderanno ancora per lungo tempo. (dalla presentazione di Giovanni Arpino)

Dettagli

Generi Arte Beni culturali e Fotografia » Artisti » Forme d'arte e tecniche artistiche » Pittura » Storia dell'arte » Barocco, Neoclassicismo dal 1600 al 1800

Editore Rizzoli

Formato Rilegato

Pubblicato  01/01/2006

Pagine  189

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788817014212


Curatore Eileen Romano

Introduttore Giovanni Arpino

torna su Torna in cima