Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Sabato
Sabato

Sabato

by Ian McEwan
pubblicato da Einaudi

14,87
17,50
-15 %
17,50
Disponibile.
30 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Il 15 febbraio 2003, un sabato, Henry Perowne si sveglia nel cuore della notte in preda a un'inspiegabile euforia. Si avvicina alla finestra e osserva per qualche istante lo spettacolo della piazza su cui si affaccia casa sua. Improvvisamente si rende conto che il cielo notturno è attraversato da una scia di fuoco. Aereo in fiamme, terrorismo, fantasmi dell'Undici Settembre: è questo forse l'attacco su Londra che tutti aspettano, specialmente ora che il governo Blair appoggia l'invasione americana dell'Iraq?
Henry Perowne è un uomo soddisfatto della propria vita. Neurochirurgo in un ospedale londinese, ama il suo lavoro, ama sua moglie, un avvocato affermato, ha due figli adorabili, la figlia sta per pubblicare la sua prima raccolta di poesie e il figlio è un chitarrista blues emergente. Cosa può minacciare una felicità conquistata con tanto lavoro e tenacia?
Quello che doveva essere un sabato libero dal lavoro, dopo una settimana massacrante, diventa per Henry una strada in salita, irta di ostacoli. In programma c'era una partita a squash, una visita all'anziana madre, le prove di un concerto di Theo, il figlio chitarrista, e poi la cena a base di zuppa di pesce che è la specialità culinaria di Henry - una cena in cui si doveva celebrare il ritorno a casa di Daisy, la figlia che vive a Parigi, dopo sei mesi di assenza.
Ma sulla levigata superficie della giornata da dedicare a tempo libero e famiglia parte un'incrinatura. Un banale incidente d'auto si trasforma nella minaccia che può distruggere tutto ciò che Henry ha di più caro.
Sullo sfondo c'è una città, Londra, invasa dai manifestanti contro la guerra. Nell'arco della stessa giornata Henry passa dal ruolo di colomba a quello di falco, per motivi spesso indipendenti dalla questione irachena. La sua mente diventa un campo di gioco in cui si fronteggiano idee opposte in una partita all'ultimo respiro. Sfera pubblica e privata si fondono, nessuno può più fingere che gli avvenimenti mondiali non lo riguardino. Ovunque Henry posi il suo sguardo, schermi televisivi gli elencano le priorità della su ansia, e non perdono un'occasione per alimentarla.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Einaudi

Collana Supercoralli

Formato Rilegato

Pubblicato 01/01/2005

Pagine 292

Lingua Italiano

Titolo Originale Saturday

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788806176891

Traduttore Susanna Basso  -  S. Basso

8 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
2
4 star
1
3 star
3
2 star
1
1 star
1
Sabato

Anonimo - 30/03/2012 11:59

voto 5 su 5 5

Ma che bello. che bello quando leggi libri come questo di ian mcewan, semplicemente perfetto. Cosa dire della narrazione di questa "qualunque" giornata del neurochirurgo Henry Perowne: è talmente ovvia nella sua semplicità di avvenimenti e di racconto che ti immedesimi talmente tanto da sentirti tu stesso il protagonista. E la partita a squash con il collega...beh, rimbalzi con lui su quel muro ogni palla. Ma tutto. Tutto il romanzo è talmente ben scritto, talmente elegante, talmente...come sempre vorresti poter leggere che, quando arrivi all'ultima pagina sei un pò triste perchè sai che la perfezione è rarità, ma ringrazi di averlo avuto tra le mani e lo stringi forte a te perchè ti resti impresso. mariangela

Sabato

Anonimo - 23/09/2006 00:04

voto 5 su 5 5

Scivolate al di là delle prima trenta pagine (le unice pesanti) e tutto il resto di lui si sfoglierà fra le vostre mani. Bello, Attuale, intelligente.

Sabato

Anonimo - 04/08/2006 15:33

voto 3 su 5 3

Mi è piaciuto per la lucida e precisa (spesso precisissima) descrizione della ''normalità'' che non può ne potrà più essere tale dopo l'11 set. Alla fine l'incastro tra il Grande Dramma Collettivo della/e guerra/e al terrorismo e le vite di tutti i giorni è probabilmente quello che resta in tutti noi, quando dramma privato e pubblico diventano tutt'uno. Belli i personaggi e bello lo sforzo quasi ''nostalgico'' di ridimensionare la portata dei ''cattivi quotidiani'' (Baxter), di fronte alla maestosità e invincibilità dei Grandi Cattivi della nostra epoca.

Sabato

Anonimo - 01/07/2006 12:56

voto 3 su 5 3

Mi è piaciuto. Mi sono piaciute le descrizioni, i colori, i rumori, e la dovizia di particolari. Mi è piaciuto questo Sabato londinese, complicato, dai tanti livelli di lettura.

Sabato

Doriano Condorelli - 29/06/2006 17:25

voto 3 su 5 3

Bel libro, lo preferisco ad altri di McEwan. Personaggi centrati, tensione crescente ma accettabile, grande realismo descrittivo. Un bel libro e le descrizioni dei momenti clou (per esempio quando i malviventi entrano in casa) sono straordinarie.

Sabato

Alex - 04/01/2006 20:16

voto 1 su 5 1

no allora il libro e' troppo tecnico e va' letto con un vocabolario medico vicino... a me non e' piaciuto e non mi invoglia certo a comprare altri libri di quest'autore.anche la storia mi sembra un po' deboluccia. Mi aspettavo di piu'.

Sabato

Anonimo - 28/10/2005 20:32

voto 4 su 5 4

lucido, attuale, le descrizioni sono riuscitissime come al solito e quello che ai non addetti ai lavori sembra prolisso al contrario piace e molto!

Sabato

enzo 49 - 15/10/2005 09:18

voto 2 su 5 2

Tra tutti i romanzi di McEwan che ho letto ''Sabato'' è quello che mi è piaciuto meno.Il tema trattato è interessante ma quanta fatica per entrare in argomento e nel vivo. Esagerate e a volte estremamemnte pesanti le minuziose e particolareggiate descrizioni delle operazioni di neurochirurgia.Altrettanto pesante la descizione della partita a squash;ben altra cosa è la descrizione della caduta della mongolfiera in ''L'amore fatale'' dove descrive l'evento in venti pagine bellissime. Buona la caratterizzazione dei personaggi.Ottanta pagine di troppo.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima