Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Sangue, ossa e burro. L'educazione involontaria di uno chef
Sangue, ossa e burro. L'educazione involontaria di uno chef

Sangue, ossa e burro. L'educazione involontaria di uno chef

by Gabrielle Hamilton
pubblicato da Bompiani

8,32
18,50
-55 %
18,50
Disponibile.
17 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Prima di aprire uno dei ristoranti più famosi di New York ­ il "Prune" ­ e diventare una delle chef più famose d'America, Gabrielle Hamilton ha avuto una vita complicata, in cui non era facile trovare un senso e una strada: una vita "segnata" da molte cucine diverse, le cucine delle famiglie mancate, sognate, inseguite. Anzitutto, c'era la cucina di casa, nel piccolo paese agricolo in cui la sua famiglia viveva e in cui ­ prima che i genitori si separassero ­ si organizzavano grandi cene con molti ospiti e tanti profumi. Poi la cucina un po' squallida dei ristoranti in cui ha fatto la cameriera, per sbarcare il lunario ed essere indipendente: cucine anonime, puzzolenti di bruciato ma prive di calore, dove incomincia l'incubo della droga. E a seguire le cucine delle famiglie che l'hanno ospitata, nei suoi viaggi all'estero: in Francia, Grecia, Turchia. La cucina della suocera, in Italia: una masseria pugliese intrisa dei sapori del Meridione, dove impara ­ grazie al marito ­ ad apprezzare il valore della famiglia. E, infine, conquistata a fatica, la cucina del suo "Prune": il suo gioiello, la sua sfida, il suo successo.

La nostra recensione

Oggi è chef e proprietaria del ristorante Prune , un locale di tendenza a New York, ma la sua strada per affermarsi è stata tutta in salita, come racconta nella sua anticonvenzionale autobiografia.
A dodici anni, dopo il divorzio dei genitori, è stata praticamente abbandonata a se stessa, ha fatto studi irregolari e ha dovuto cercarsi lavoretti saltuari. Tra piccoli furti e precoci dipendenze da alcool e cocaina, ha rischiato di buttare la via la sua vita, se non fosse stata casualmente assunta in un ristorante, prendendo a poco a poco coscienza del suo interesse per la cucina, affiorato insieme ai ricordi più belli dell'infanzia, legati proprio al cibo, alle raffinatezze preparate dalla sua peraltro inaffidabile mamma francese.
Il matrimonio con un italiano, pur finito in un divorzio, le ha restituito una famiglia: struggenti ricordi sono legati alle estati in Puglia, dove l'amorevole suocera, insieme ai gusto dei piatti genuini, le ha comunicato il calore della complicità femminile attorno a un tavolo.
Daniela Pizzagalli

Dettagli

Generi Non definito

Editore Bompiani

Collana Overlook

Formato Brossura

Pubblicato 13/11/2012

Pagine 402

Lingua Italiano

Titolo Originale Blood, Bones & Butter

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788845271519

Traduttore L. Vighi

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Sangue, ossa e burro. L'educazione involontaria di uno chef"

Sangue, ossa e burro. L
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima