Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Scritto sul corpo
Scritto sul corpo

Scritto sul corpo

by Alan Bennett
pubblicato da Adelphi

Disponibile.
10 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Il racconto di una diversità che non vuole darsi un nome nel "coming out" lieve di Alan Bennett. L'autore è nato a Leeds, nello Yorkshire; a Cambridge comincia a scrivere sketch; parallelamente all'attività di scrittore porta avanti quella di attore, arrivando a recitare in serie televisive da lui scritte.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Adelphi

Collana Biblioteca minima

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2006

Pagine 57

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788845920707

Traduttore D. Tortorella

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Scritto sul corpo

mr - 27/09/2007 21:11

voto 5 su 5 5

Essere giovani non è facile e non è facile neppure per un autore importante come Bennett. I segni del suo passato sono indelebili e si vedono anche nei confronti con quello che lui scriverà in seguito nelle sue opere. E cosa può segnare la giovinezza di una persona? Ovviamente il sesso. Il sesso è il primo elemento che si inserisce nella adolescenza, e non è facile capirlo. Non c'è nessuno che lo spiega, non se ne parla, si può imparare dai propri simili ma mica è facile. Infatti c'è sempre chi lo affronta anche fra i propri coetani, sembra, non una grande disinvoltura. Anche prendere esempio da loro non è semplice, anzi fa venire un po' angoscia per non essere capace di avere lo stessa disinvoltura. Il sesso e la timidezza che sono i leit motif di questo breve racconto. Poi la difficoltà si acuisce per un ragazzo come Bennett giovane che aveva una difficoltà nello sviluppo anche fisico. Guardava i propri compagni di classe e quei peli rappresentavano un sogno che tardava a realizzarsi. Certo la timidezza (Pag. 42 e 46) non lo aiutava affatto. Era vittima di quella timidezza ma soprattutto di tutti coloro che volevano fargliela passare. E il suo essere timido che è il secondo motivo diffuso nella sua adolescenza. Veloce, con le sue opere che fanno vedere gli influssi della sua adolescenza, rappresenta un classico esempio del solito humor inglese.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima