Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Somiglianza per contatto. Archeologia, anacronismo e modernità dell'impronta (La)
Somiglianza per contatto. Archeologia, anacronismo e modernità dell'impronta (La)

Somiglianza per contatto. Archeologia, anacronismo e modernità dell'impronta (La)

by Georges Didi-Huberman
pubblicato da Bollati Boringhieri

34,00
40,00
-15 %
40,00
Disponibile.
68 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Relegata da Giorgio Vasari nella sfera minore delle arti meccaniche, adibite alla semplice riproduzione, l'impronta conosce però lunga fortuna nella pratica scultoria degli artisti moderni e contemporanei, anche quando i loro principi estetici sembrano sconfessarla. Rioccupa la scena con i gessi di Possagno, nonostante l'ostentato sdegno di Antonio Canova, e dilaga in Auguste Rodin, che pure la giudica una "piaga cancerosa dell'arte"; bisognerà attendere Marcel Duchamp per vederla trionfare nel ready-made, questa volta con l'apporto di un pensiero d'autore che rivendica il gesto riproduttivo, invece di abiurarlo, riuscendo a "rompere con l'imitazione classica senza tuttavia negare la somiglianza". Una vicenda che la riflessione di Georges Didi-Huberman riprende fin dalle sue mosse preistoriche, all'alba della figurazione. Il modo più ancestrale di dar luogo a una forma - imprimere su un supporto materiale un segno più duraturo di una traccia, ottenere il puro calco di un oggetto, prima di ogni invenzione creativa - dispiega qui le densissime valenze del suo anacronismo di perfetta immagine dialettica: parla sia del contatto (il piede che sprofonda nella sabbia) sia della perdita (l'assenza del piede); trasforma le condizioni essenziali della somiglianza e della rappresentazione; solleva la questione del rapporto fra la tecnica e il tempo, fra la memoria e il presente; rivela gli intrecci di temporalità eterogenee di cui si compone ciascuna immagine.

Dettagli

Generi Arte Beni culturali e Fotografia » Teoria delle arti e opere generali » Forme d'arte e tecniche artistiche » Scultura » Storia dell'arte » Storia dell'arte, Alti titoli

Editore Bollati Boringhieri

Collana Nuova cultura

Formato Brossura

Pubblicato 09/09/2009

Pagine 363

Lingua Italiano

Titolo Originale La ressemblance par contact. Archéologie, anachronisme et modernité de l'empreinte

Lingua Originale Francese

Isbn o codice id 9788833920122

Traduttore C. Tartarini

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Somiglianza per contatto. Archeologia, anacronismo e modernità dell'impronta (La)"

Somiglianza per contatto. Archeologia, anacronismo e modernità dell
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima