Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Sulle nature dell'universo. Testo latino a fronte. 4.
Sulle nature dell'universo. Testo latino a fronte. 4.

Sulle nature dell'universo. Testo latino a fronte. 4.

by Giovanni Scoto Eriugena
pubblicato da Mondadori

29,75
35,00
-15 %
35,00
Disponibile.
60 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Sesto giorno della Creazione: Dio dà forma al bestiame, ai rettili, agli animali selvatici. Poi crea l'uomo e la donna a sua immagine e somiglianza. Nella Genesi vengono quindi il Paradiso, l'albero della conoscenza del bene e del male, l'uomo che impone il nome a ciascun essere vivente, la tentazione a opera del serpente, la Caduta e la cacciata dall'Eden. Sono scene cruciali e piene di problemi. Quando Giovanni Scoto vi giunge, nel libro che doveva essere l'ultimo di "Sulle nature dell'universo", il Maestro che ne è il protagonista teme di dover affrontare un oceano periglioso: esso, dice, "prende avvio dalle opere della sesta contemplazione profetica sull'istituzione della totalità", e "tratterà del ritorno di tutte le cose in quella natura che non crea e non è creata". Ma la difficoltà della materia e "l'incontro e lo scontro di tante diverse interpretazioni" rendono questo Libro IV "impraticabile per le ondate vorticose, scivoloso per l'ambiguità dei discorsi, pericoloso per le sirti (cioè per i tratti dottrinali oscuri)". li viaggio attraverso l' oceano è la prima, grande immagine del Libro IV del Periphyseon: in realtà, scrive Peter Dronke, esso "è il viaggio attraverso il tema del ritorno, in tutta la sua irriducibile complessità". Non è un caso che l'Eriugena interpreti il «sei polvere e in polvere ritornerai» di Dio ad Adamo come il ritorno dell'anima umana alla «terra fertile» delle cause primordiali. Come sempre, però, il Peri physeon, questo capolavoro dell'intelligenza e dell'immaginazione del Medioevo, è pieno di suggerimenti originali: nella sua concezione delle notiones; nel modo di leggere Gregorio di Nissa, del quale l'autore ha tradotto il trattato Sulla creazione dell'essere umano poco prima di accingersi alla composizione del gran libro, e dal quale riprende qui, sviluppandola, l'idea che ciò che Dio fece a sua immagine e somiglianza è l'anima umana; oppure nell'uso dell'«ironia» tra divina e umana per spiegare le ragioni per le quali Dio pensava che non fosse bene per il maschio esser solo e avesse bisogno di un aiuto simile a lui in veste di femmina; o infine nelle numerose e splendide allegorie del Paradiso, che non è altro se non l'uomo stesso.

Dettagli

Generi Psicologia e Filosofia » Filosofia occidentale e Storia della filosofia » Filosofia occidentale del Medioevo e del Rinascimento: dal 500 al 1600

Editore Mondadori

Collana Scrittori greci e latini

Formato Rilegato

Pubblicato 26/03/2016

Pagine 476

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804657903

Traduttore M. Pereira

Curatore P. Dronke

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Sulle nature dell'universo. Testo latino a fronte. 4."

Sulle nature dell
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima