Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

The boy. Tony Blair e i destini della sinistra
The boy. Tony Blair e i destini della sinistra

The boy. Tony Blair e i destini della sinistra

by Andrea Romano
pubblicato da Mondadori

17,00
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Un conservatore travestito da socialista, servo degli americani e nemico della pace? O il leader più coraggioso della sinistra europea, capace di tradurre con determinazione gli ideali progressisti in una lunga stagione di governo? Fin dalla sua comparsa sulla scena politica, alla metà degli anni Novanta, la figura di Tony Blair è stata oggetto di giudizi diametralmente opposti. Soprattutto dopo la guerra in Iraq, che lo ha visto assumere decisioni controverse e impopolari, quelle stesse decisioni che, secondo molti osservatori, avrebbero dovuto condannarlo alla sconfitta, e che invece non gli hanno impedito di essere eletto, per la terza volta consecutiva, primo ministro e di portare di nuovo al successo il Partito laburista. Quali sono le ragioni di questa capacità di leadership? Quali le radici di un consenso che ha resistito ad anni tormentati e che alimenta ancor oggi il governo progressista più longevo d'Europa? In questa biografia politica del leader del New Labour, Andrea Romano ricostruisce la formazione personale di Blair, le radici culturali e famigliari delle sue convinzioni e delle sue scelte, nonché le tappe fondamentali - di cui rivela anche aspetti poco noti e retroscena inediti - di una carriera pubblica che si è intrecciata con quel processo di trasformazione della sinistra britannica da vittima sacrificale del thatcherismo a capofila della modernizzazione progressista. Ma racconta anche i successi e i fallimenti del governo laburista, i contrasti interni e internazionali che hanno accompagnato gli snodi di una vicenda ormai decennale. E, infine, i rapporti mutevoli e ambivalenti della sinistra europea con il New Labour, sempre sospesi tra l'emulazione e il ripudio, tra l'adesione e la sconfessione. Questo incisivo ritratto umano e politico ha il duplice pregio di smentire molti dei luoghi comuni che circolano sulla figura di Blair e sulla leadership laburista e, al tempo stesso, di sollecitare la sinistra italiana a interrogarsi sulla sua identità e sul senso della sua proposta di governo.

torna su Torna in cima