Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Uccidi il padre
Uccidi il padre

Uccidi il padre

by Sandrone Dazieri
pubblicato da Mondadori

Prezzo:
18,00 15,30
Risparmio:
2,70 -15 %
mondadori card 31 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo giovedì 30 marzo.  (Scopri come).

Guarda il Video

Descrizione

Un bambino è scomparso in un parco alla periferia di Roma. Poco lontano dal luogo del suo ultimo avvistamento, la madre è stata trovata morta, decapitata. Gli inquirenti credono che il responsabile sia il marito della donna, che in preda a un raptus avrebbe ucciso anche il figlio nascondendone il corpo. Ma quando Colomba Caselli arriva sul luogo del delitto capisce che nella ricostruzione c'è qualcosa che non va. Colomba ha trent'anni, è bella, atletica, dura. Ma non è più in servizio. Si è presa un congedo dopo un evento tragico cui ha assistito, impotente. Eppure non può smettere di essere ciò che è: una poliziotta, una delle migliori. E il suo vecchio capo lo sa. Le chiede di lavorare senza dare nell'occhio al caso e la mette in contatto con Dante Torre, soprannominato "l'uomo del silos", esperto di persone scomparse e abusi infantili. Di lui si dice che è un genio, ma che le sue capacità deduttive sono eguagliate solo dalle sue fobie e paranoie. Perché da bambino Dante è stato rapito e, mentre il mondo lo credeva morto, cresceva chiuso dentro un silos, dove veniva educato dal suo unico contatto col mondo, il misterioso individuo che da Dante si faceva chiamare "Il Padre". Adesso la richiesta di Colomba lo costringerà ad affrontare il suo incubo peggiore. Perché dietro la scomparsa del bambino Dante riconosce la mano del "Padre". Ma se è così, perché il suo carceriere ha deciso di tornare a colpire a tanti anni di distanza? E Colomba può fidarsi davvero dell'intuito del suo "alleato"?

La nostra recensione

Abbandonate per il momento le atmosfere noir da apocalissi metropolitana a cui i lettori si sono appassionati con la serie del Gorilla, Sandrone Dazieri approda al thriller d’azione con un romanzo dalla solida struttura narrativa, che ha tutte le caratteristiche per far colpo sul lettore. A partire dai protagonisti, Colomba Caselli, poliziotta determinata e inquieta che ha alle spalle una dolorosa quanto misteriosa esperienza (il Disastro) che per mesi l’ha tenuta lontana dal lavoro; e poi lui, Dante Torre, esperto di persone scomparse e abusi infantili, geniale e fobico, un concentrato di intuizioni e ipersensibilità ma anche di disagio e ansie. Un quadro caratteriale instabile che deve al suo passato di bambino rapito, rinchiuso per undici anni in un silo, isolato dal mondo esterno, in contatto solo con colui che chiamava “Il Padre”, il suo carceriere, al quale è riuscito a sfuggire, ma il cui caso non è mai stato chiarito del tutto. Ora, a distanza di venticinque anni, sulla raccapricciante scena del delitto che apre la storia sembra esserci la sua firma; è per questo che la giovane funzionaria della Mobile e “il sopravvissuto” sono chiamati a formare - in ombra, a lato delle indagini ufficiali - un nucleo investigativo eccentrico e improvvisato. E qui scatta il meccanismo che fa da motore alla vicenda: il loro graduale conoscersi, il lento avvicinarsi e scoprirsi cercando di fidarsi l’uno dell’altra, lasciando qualcosa di taciuto o dissimulato. Solo così forse la reazione fra i due può funzionare nel verso giusto: salvare il bambino e forse anche sé stessi. “La coppia dei misteri”, la chiamano sulla stampa quando le loro indagini mettono in subbuglio istituzioni e vertici militari, e di misteri alle loro spalle ne hanno parecchi, ma altrettanti sono quelli che vogliono a tutti i costi portare alla luce, perché qualcuno paghi per quello che è successo in passato, rimasto sepolto per anni, protetto da omertà e connivenze che sembrano raggiungere livelli sempre più alti. Dazieri ha scritto un thriller teso e appassionante che ti tira dentro e non ti lascia più andare, proprio come i mulinelli che forma la corrente del Po, lì nei pressi di Cremona, dove questa vicenda sembra aver fine, per lasciare invece spazio all’ennesimo spiazzante colpo di scena.
Antonio Strepparola

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Thriller e suspence , Romanzi e Letterature » Legal, Thriller e Spionaggio

Editore Mondadori

Collana Omnibus

Formato Rilegato

Pubblicato  27/05/2014

Pagine  564

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804611752


1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Uccidi il padre silverpepi

stefano silvestri - 08/12/2014 18:48

voto 5 su 5 5

Finalmente un autore italiano capace di reggere il confronto con i migliori stranieri: non me ne vogliano i vari Carrisi, o il povero Faletti di Io uccido ma qui siamo su un altro pianeta.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima