Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Un bacio dagli abissi
Un bacio dagli abissi

Un bacio dagli abissi

by Anne Greenwood Brown
pubblicato da Mondadori

13,60
16,00
-15 %
16,00
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
27 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Dal giorno in cui Calder e Lily si incontrano sulle sponde del Lago Superiore, niente è più come prima. Abituato ad ammaliare le ragazze con il suo sorriso, Calder crede che conquistare Lily sarà un'impresa facile. Ma si sbaglia. Lily non è come le altre, adora nuotare e scrivere poesie, e fin dal primo istante capisce che le leggende del lago, che parlano di feroci sirene e crudeli tritoni affamati delle emozioni degli esseri umani, potrebbero avere un fondamento. Lo legge negli occhi di Calder, che dicono più di mille parole e celano un segreto inconfessabile: lui e le sue sorelle sono emersi dagli abissi per vendicare la morte della loro madre. Ma vicino a Lily, poco a poco, Calder rischia di dimenticare la sua missione...

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Horror e gotica , Fantasy Horror e Gothic » horror e Dark Romance » Horror e fantasmi per bambini e ragazzi , Bambini e Ragazzi » Narrativa » Horror e fantasmi » 13-16 anni

Editore Mondadori

Collana Chrysalide

Formato Rilegato

Pubblicato 18/09/2012

Pagine 295

Lingua Italiano

Titolo Originale Lies Beneath

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788804621966

Traduttore M. Bartocci

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Un bacio dagli abissi follettina1976

Debora Campagnoli - 20/05/2013 16:27

voto 4 su 5 4

Un romanzo sulla figura mitologica delle "sirene", non e' il primo ma di certo e' il più particolare che io abbia mai letto. Dimenticate le sirene incantatrici dell'Odissea di Omero o la versione romantica della Sirenetta della Walt Disney, Anne Brown ci stupisce con una variante totalmente nuova, una combinazione azzeccata dei poteri dei personaggi che più popolano il genere Paranormal Fantasy dei nostri libri, riscrivendo il concetto stesso di "sirena"; basti pensare che il protagonista e' in realtà un "sirenetto". Possono tramutarsi in esseri umani a piacimento, hanno il potere della compulsione, sentono i pensieri della propria specie e cosa ancora più stupefacente possono trasformare una persona in un loro simile. La loro natura e' tutt'altra storia, insensibili, subdole, ammaliatrici, crudeli, quella e' rimasta invariata, mantenendo immutato quel fascino che sin nei tempi antichi suscitavano queste originali creature. Ma il romanzo verte principalmente sul lato umano, sulla forza dell'amore di contrastare le più indicibili delle vendette, sciogliendola come neve al sole, su come sia possibile, in nome di questo sentimento così profondo, andare anche contro la propria stessa natura. La trama ben articolata si dipana lasciando sempre un pizzico di mistero e disseminando piccole rivelazioni che man mano si aggiungono al quadro completo, mantenendo sempre vivo l'interesse del lettore. Fra i due protagonisti ho sicuramente trovato maggior affinità con Calder, il sirenetto o come lui ama definirsi il "mostro marino", sempre in bilico tra i suoi bisogni non certo onorevoli, ma che lo tengono in vita, la lealtà verso la sua famiglia, ma anche il lieve senso di colpa per le sue azioni e l'accrescersi di sentimenti che in realtà non dovrebbe essere nemmeno in grado di provare, quindi sostanzialmente molto complesso e sicuramente dalle molteplici sfumature, anche umane. Mentre lei Lily, la giovane co-protagonista, e' molto più banale, troppo bella, troppo buona, troppo comprensiva, troppo perfetta. Nonostante il finale potrebbe considerarsi anche auto-conclusivo, almeno a mio parere, sono felice che sia solo il primo capitolo di una trilogia perché sono davvero curiosa di scoprire come la scrittrice possa far evolvere la storia coronando l'amore tra un essere umano e una creatura marina. Indubbiamente non guarderete più le acque di un lago nella stessa maniera!

Un bacio dagli abissi lory1971a

loredana Filippi - 17/12/2012 18:16

voto 3 su 5 3

Ho comprato questo libro perchè non avevo ancora letto un YA sulle sirene poiché le trame non mi avevano attirata granché. La cover è piuttosto cupa ma ha un che di affascinante; non so perchè -è una cosa stupida- ma ho amato in particolare la mano di Calder (quella del braccio poggiato sul ginocchio), la linea morbida, le dita lunghe e sottili, mi hanno rapita, ma basta parlare di stupidaggini, passiamo al libro. La trama è stata piuttosto lineare e scontata per tutta la storia (salvo il finale che è stato un susseguirsi di colpi di scena). Un particolare che ho apprezzato moltissimo, è stato il fatto che la storia è narrata dal punto di vista di Calder(il protagonista); per una volta, è il ragazzo soprannaturale, a raccontare. Se fosse stato il contrario, sarebbe stato il solito libro-copia di Twilight, dove a cambiare sono solo i nomi dei personaggi ed il tipo di essere soprannaturale che ci viene presentato. Particolare che ho odiato, è stato come Calder si definisce: sirenetto. Facciamo sul serio?E, su! Il libro procede in modo scorrevole, salvo l'ultimo capitolo che non mi è stato proprio chiarissimo (ma forse ero io che ero stanca, chissà). In alcuni punti mi è sembrato che avvenissero degli "sbalzi" nel rapporto tra Calder e Lily (ho assolutamente adorato il nome della protagonista femminile). Per la verità, la prima presentazione della ragazza non mi era per niente piaciuta, anzi, ma per fortuna dopo ha conquistato il mio favore. Avrei preferito che l'autrice si soffermasse maggiormente sulla vita delle sirene e sui capitoli nei quali Lily scopre la verità su Calder, ma pazienza. Il finale, come già detto, mi ha sorpreso: non è stato brutto, ma piuttosto dark, in linea con la rappresentazione delle sirene che l'autrice ci presenta. In sintesi, non mi ha rapito quanto speravo anzi, davvero poco, peccato. E' un buon passatempo, ma nulla di più.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima