Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'analisi spietata e a volte ironica di uno dei più noti matrimonialisti italiani, che, con un linguaggio diretto ed efficace, plaude alle recenti riforme ma auspica un profondo cambiamento del sistema.

L'Italia è chiamata a varare grandi riforme in tema di diritti civili: ce lo chiede l'Europa, ce lo chiede la storia e lo chiedono gli italiani. La legge deve rispettare il comune sentire e, a volte, deve elevare il livello culturale di un popolo, giocando di anticipo.
Il diritto delle relazioni personali ha bisogno di svolte epocali e di addetti ai lavori specializzati. Per attuare questo ambizioso progetto la politica deve investire tantissime risorse.
Quella di oggi è una società complessa e variegata che non può essere ignorata dalla legge, al cui interno qualunque tipo di famiglia ha diritto di esistere e di essere tutelata. Anche nella fase patologica, la famiglia deve essere posta al centro dell'attenzione. Vi è ancora troppa violenza nelle relazioni familiari, troppe nuove povertà, troppi figli contesi come se fossero oggetti di proprietà. Molte cose sono cambiate negli ultimi anni a livello normativo, ma la svolta, quella vera, deve ancora arrivare.

Gian Ettore Gassani, avvocato cassazionista, è editore del periodico «Lex Familiae» e presidente dell'Associazione Avvocati matrimonialisti italiani. È autore de I perplessi sposi (Aliberti editore) e opinionista alla radio, in tv e sui giornali.

Dettagli

Generi Famiglia Scuola e Università » Famiglia e Figli » Separazione e divorzio

Editore Imprimatur

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 10/12/2015

Lingua Italiano

EAN-13 9788868304126

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Vi dichiaro divorziati"

Vi dichiaro divorziati
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima