Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Voci da Kabul. Voci da Baghdad. Ora parla la gente
Voci da Kabul. Voci da Baghdad. Ora parla la gente

Voci da Kabul. Voci da Baghdad. Ora parla la gente

by Anne Nivat
pubblicato da Sonzogno

8,10
18,00
-55 %
18,00
Disponibile - Attenzione!! Consegna a rischio per Natale.
16 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

"Afghanistan, autunno 2001. Iraq, primavera 2003. Due Paesi diversi, ma una sola e identica guerra, sotto una doppia etichetta: da una parte l'impegno americano e degli alleati contro il 'terrorismo internazionale', in reazione al disastro dell'11 settembre 2001; dall'altra, una crociata per liberare dei popoli oppressi. A interventi militari ormai conclusi, l'impegno contro il 'terrorismo internazionale' non ha ancora trovato una vera legittimazione. L''invasione-liberazione' - ora che sono stati allontanati dal potere i talebani in Afghanistan così come Saddam Hussein in Iraq - continua a suscitare molti interrogativi. Che cosa ha comportato tutto questo in realtà per gli uomini e le donne di Afghanistan e Iraq nella vita di ogni giorno? Soffrivano tutti sotto la dittatura? Si sono sentiti rassicurati? L'Occidente, ansioso di imporre la propria democrazia e i propri valori, li ha convinti in un modo o nell'altro della loro fondatezza? A spingermi in entrambi i Paesi è stata precisamente l'intenzione di porre queste domande ai diretti interessati subito dopo gli interventi bellici, di certo riusciti sul piano militare, ma sulle cui conseguenze a lungo termine non ci si può pronunciare. Non è poi così complicato recarsi sul posto, rinunciando a un reddito immediato, e prendersi il tempo di viaggiare con i mezzi di trasporto locali. Così ci si mette nelle migliori condizioni per tentare di condividere con gli abitanti del luogo momenti di vera e intensa confidenza. Quindi sono partita sola e, contando unicamente sulle mie risorse, mi sono diretta in Afghanistan e in Iraq per passare dodici settimane in ognuno di questi due Paesi. E ho quasi sempre avuto l'impressione - come sulle montagne cecene, le steppe del Pamir, la valle della Fergana dell'Asia centrale, le 'qala' sperdute al centro dell'Afghanistan, la periferia di Peshawar e le pianure aride del 'triangolo sunnita' iracheno - che queste persone mi parlassero col cuore." (Dall'Introduzione)

Dettagli

Generi Politica e Società » Guerra e difesa » Politica e Istituzioni » Attivismo politico » Terrorismo , Storia e Biografie » Storia militare

Editore Sonzogno

Formato Rilegato

Pubblicato 01/01/2005

Pagine 427

Lingua Italiano

Titolo Originale Lendemains de guerre en Afghanistan et en Irak

Lingua Originale Francese

Isbn o codice id 9788845412707

Traduttore Fernanda Littardi

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
1
1 star
0
Voci da Kabul. Voci da Baghdad. Ora parla la gente

danilo - 08/02/2006 16:57

voto 5 su 5 5

un libro molto vero, ...non ho parole per descrivere, pero devo dire che è un libro molto povero in sentimento('') e ricco in parole.Bellissimo.

Voci da Kabul. Voci da Baghdad. Ora parla la gente

Anonimo - 07/01/2006 00:42

voto 2 su 5 2

pesante ma molto molto molto molto.......... vero

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima