Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo
Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

by Tiziano Terzani
pubblicato da Longanesi

Prezzo:
18,60 14,88
Risparmio:
3,72 -20 %
mondadori card 30 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 24 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Viaggiare è sempre stato per Tiziano Terzani un modo di vivere e così, quando gli viene annunciato che la sua vita è ora in pericolo, mettersi in viaggio alla ricerca di una soluzione è la sua risposta istintiva. Solo che questo è un viaggio diverso da tutti gli altri, e anche il più difficile perché ogni passo, ogni scelta - a volte fra ragione e follia, fra scienza e magia - ha a che fare con la sua sopravvivenza. Strada facendo prende appunti. Da una lunga permanenza a New York e poi in un centro "alternativo" della California nasce un ritratto inquietante dell'America. Da un lungo girovagare per l'India, compresi tre mesi passati da semplice novizio in un ashram, sempre in cerca di qualcosa o qualcuno che possa aiutarlo, Terzani arriva ad una visione di quel che di più profondo questo paese ha da offrire all'uomo: la sua spiritualità.Ogni cultura ha il suo modo di affrontare i problemi umani, specie quelli della malattia e del dolore. Così, dopo essersi interessato all'omeopatia, Terzani si rivolge alle culture d'Oriente sperimentando sulla propria pelle le loro soluzioni, siano esse strane diete, pozioni di erbe o canti sacri. Medicina tibetana, cinese, ayurveda, qi gong, reiki, yoga e pranoterapia sono fra le sue tappe. Alla fine il viaggio esterno alla ricerca di una cura si trasforma in un viaggio interiore, il viaggio di ritorno alle radici divine dell'uomo. L'incontro casuale con un vecchio saggio nell'Himalaya - casuale certo no, perché niente, mai, succede per caso nelle nostre vite - segna la fine del cammino. Nel silenzio di una grandiosa natura, Terzani arriva alla conclusione che si tratta soprattutto di essere in armonia con l'universo e con se stessi; che si tratta di saper guardare il cielo ed essere una nuvola, che si tratta di "sentire la melodia".
La cura di tutte le cure è quella di cambiare punto di vista, di cambiare se stessi e con questa rivoluzione interiore dare il proprio contributo alla speranza in un mondo migliore. Tutto il resto inutile? Niente affatto. Tutto serve, la mente gioca un enorme ruolo nelle nostre vite, i miracoli esistono, ma ognuno deve essere l'artefice del proprio.
Un libro sull'America, un libro sull'India, un libro sulla medicina classica e quella alternativa, un libro sulla ricerca della propria identità. Tanti libri in uno: un libro leggero e sorridente, un libro su quel che non va nelle nostre vite di donne e uomini moderni e su quel che è ancora splendido nell'universo fuori e dentro tutti noi.

Dettagli

Generi Guide turistiche e Viaggi » Letteratura di viaggio , Romanzi e Letterature » Scritti di viaggio

Editore Longanesi

Collana Il Cammeo

Formato Rilegato

Pubblicato  01/01/2004

Pagine  588

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788830421424


24 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
15
4 star
6
3 star
1
2 star
0
1 star
2
Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 28/08/2008 16:58

voto 3 su 5 3

Imperdibile. Indubbiamente la sua migliore pubblicazione. Sincera e schietta, una profonda analisi della condizione umana dei nostri tempi. Una rilettura della società in cui viviamo in un momento particolare della vita dell'autore, quello della sua grave malattia. Ho resistito dalla voglia di divorarlo, cercando di impormi poche pagine al giorno, affinché durasse il più a lungo possibile. Lo consiglio a chiunque stia cercando un libro dai contenuti profondi, da leggere come se ciascuna parola fosse una piccola goccia, su cui riflettere con calma e attenzione. Non vedo l'ora di rileggerlo.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

ashanti25 - 26/10/2007 12:04

voto 1 su 5 1

Mi avevano caldamente raccomandato questo libro e io mi ci sono tuffata dentro con mille aspettative e invece: DELUSIONE! L'unica parola che mi viene in mente è questa. Un libro noioso per lo più, scritto da un uomo che ''sputa nel piatto dove mangia'' (mi riferisco ai suoi commenti sugli Usa), non sono riuscita a finirlo da tanto è pesante.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Bracardirum - 09/10/2007 18:15

voto 4 su 5 4

Con Terzani si fanno sempre meravigliosi viaggi al misero costo di un libro. Questo viene definito in copertina dall'editore un "viaggio nel bene e nel male del nostro tempo". A me piace distinguere dicendo che è un viaggio nel bene del mythos senza vincoli di tempo e di spazio - potremmo dire nel regno della conoscenza intuitiva cara a Platone e ai mistici, ma è anche un viaggio nel male del ruvido logos dei nostri tempi - ossia nel regno di una immanente quanto microtomica tracotanza intellettuale onnivora, tipica dell'attuale stupido e violento modello di vita americano: dove per esempio la "felicità" è un "diritto" riconosciuto ai cittadini dalla Costituzione degli Stati Uniti, ma poi ci si dimentica, con buona pace del venerato pragmatismo, di definire per legge cosa debba intendersi per felicità: tanto che ogni singolo cittadino è lasciato libero di intenderla, nel più vieto senso edonistico, a suo esclusivo uso e consumo e quindi da difendere con ogni mezzo contro chiunque. Letteralmente agghiacciante quanto significativa in proposito risulta, nelle pur scarne cronache di Terzani, questa assenza di un minimo di empatia da parte del chemioterapista "terminale", che evidentemente incapace di pensare in termini non "pragmatici", si rivolge al paziente trattandolo come un relitto ormai inservibile di cui si tratta soltanto di ritardare di qualche mese la rottamazione. E' qui che T. rifiuta la chemio scegliendo "la pace invece di una nuova guerra", vincendo alla grande la scommessa di vivere ben oltre i 6 mesi che a detta del medico gli avrebbe al massimo assicurato quell'estremo feroce trattamento chemio. E' la dimostrazione che la migliore cura contro la morte è cessare di considerarla un male, mentre è soltanto il dissolvimento della prigione dello spirito immortale.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 17/01/2007 15:02

voto 4 su 5 4

Francamente non capisco chi non riesce ad apprezzare questo libro bellissimo. Lo ritengo un insegnamento, un compendio di riflessioni, spunti, valutazioni che non possono lasciarci indifferenti,semplicemente perchè riguardano il mondo e la società in cui viviamo. Alla fine Tiziano dice questo:allontaniamoci dalle nostre questioni quotidiane che potremmo facilmente affrontare dando loro il giusto peso, e concentriamoci sulla nostra anima, per nutrirla e farla crescere. La soluzione ai problemi è dentro di noi, basta cercarla. Ho scoperto questo autore solo dopo la sua morte, ma voglio leggere tutto. Ho la sensazione che di ogni suo libro mi resterà qualcosa.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anna - 15/09/2006 14:42

voto 4 su 5 4

Incredibilmente coinvolgente...un lungo percorso per tutti noi ed alla fine qualche risposta, qualche consapevolezza in più...tanta serenità!

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 04/05/2006 11:53

voto 1 su 5 1

E' un anno che cerco di finirlo....non ho mai letto un libro così pesante,che si perde in descrizione lunghe e di poco interesse per chi legge...Neanche il modo di scrivere riesce ad essere brillante.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 21/03/2006 09:09

voto 4 su 5 4

Ho avuto piacere che, tra gli altri bei libri che mi hai indicato, tu mi abbia parlato di Tiziano Terzani e del suo capolavoro "L'ultimo giro di giostra". Ci ho riflettuto in seguito, anche se l'ho letto una sola volta due anni fa, d'estate, in mezzo ad un fiume di altre letture. Ricordo di averlo "divorato", anche se - essendo in edizione rilegata - era assai scomodo da tenere a letto. Nel mio piccolo, faccio la seguente riflessione: il grande giornalista, intravedendo come molti uomini la propria fine e la data pressoché certa, ha cercato al di là del mondo comune della storia umana, un significato, un mistero, una specie di consolazione superiore. Ha lasciato la fretta di una quotidianità sfruttata fino all'ultimo respiro, ha lasciato la competizione e il mito del successo a ogni costo (che peraltro aveva già raggiunto), per indagare che cosa sia un uomo alla ricerca del meglio della propria interiorità e del mistero dello spirito, che forse non muore. Mi domando perché rifiutare la via occidentale e cristiana di tale ricerca, per frugare nell'esotico; perché riconoscere nella esistenza di un guru indiano o di un eremita del Nepal, un afflato divino, una accettazione del mistero dell'uomo e di dio, tralasciando di considerare il prossimo, i più vicini, anch'essi forniti di una scintilla o di una fiamma divina. Cercava il miracolo della salvezza, in senso fisico e spirituale in ambienti esotici e curiosi, abbandonando di fatto la moglie, i parenti, le persone più care. Certo "il libro" è come una testimonianza da lasciare ai posteri, segno della propria immortalità letteraria conseguita con determinazione. In sostanza, il "peccato" di una ragione che si ritiene al di sopra di tutto, cioè una presunzione e superbia, come quella dell'Ulisse dantesco in cui gli amori familiari vengono posposti all'amore più grande della propria individualità, - "l'ardore ch'io ebbi a divenir del mondo esperto , e delli vizi umani e del valore". Allora non ha abbandonato davvero tutto: è rimasto lui stesso, stavolta in competizione con il tempo e con la malattia, per coronare il mito di un successo immortale. Il lavoro di scavo interiore, la conoscenza di individualità spiritualmente vicine con cui si rimette in discussione, la solitudine operosa nella perenne registrazione e rielaborazione degli appunti continui e degli scritti, il conforto di una natura e di un paesaggio inviolati o di modi di vita semplici e genuini: tutto ciò lo porta - in un lungo cammino strano e nuovo - a quella semplice posizione che i più umili conoscono bene nell'occidente: l'accettazione della sorte, predisposta da un Dio che dirige l'uomo verso il riconoscimento, nella grandezza e nella piccolezza, dei limiti da Lui assegnati all'uomo stesso. Facciamo parte di un disegno misterioso in cui il riscatto, se vogliamo accettarlo, viene da Dio. Ecco, Terzani nell'umiltà, guardando un mondo diverso con occhi purificati, è approdato a quella fede che aveva rifiutato quando era "sano". Ma non poteva vedere che, in verità, la salvezza era già dentro di lui, come - più o meno evidente o nascosta - è dentro a ogni uomo che la cerca davvero.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 24/01/2006 17:07

voto 5 su 5 5

Ho trovato questo libro una vera guida per aiutare la consapevolezza e una meditata presa di coscienza, delle insidie e difficoltà del mondo, spesso abilmente camuffate. Una serie di semplici indicazioni nate da riflessioni oneste e allo stesso tempo difficili, di un uomo alla ricerca di una risposta. Un lungo testo che mi ha tenuto compagnia per settimane. Le sue pagine le ho centellinate come si fa con un bicchiere di ottimo vino. Nelle pagine di questo libro, ho trovato ricette importanti per aiutare a superare gli ostacoli. Sono contento di averlo scoperto. Shanti.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 21/06/2005 19:54

voto 5 su 5 5

Un libro pieno di insegnamenti. Un libro che fa apprezzare gli usi e i pensieri tradizionalissimi di un continente a detta di altri arretrato. Insegna ad essere parte di questo difficile mondo e non a diventarne schiavo. A prendere tutto come viene e ad immedesimarsi in delle nuvole il cui corso di vita e semplice e naturale. Un libro da tenere in considerazione anche per chi crede di non pensarla in uguale modo.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 30/03/2005 10:40

voto 5 su 5 5

adoro tiziano terzani ma purtroppo l'ho scoperto solo dopo la sua morte o, come diceva lui, solo dopo che ha lasciato qui il suo corpo e da allora ho letteralmente divorato ogni sua parola in tutti i suoi libri! questo? non l'ho comprato subito pensando che fosse troppo triste e invece... come al solito ha superato ogni mia apettativa. dolce e commovente, mi ha fatto ripercorrere con lui i suoi passi e la sua ricerca e ad ogni pagina mi sentivo di essere lì anch'io, di fare anch'io quelle scoperte che riguardavano il suo essere e...il mio. è un libro intenso, a tratti struggente, che ti fa riscoprire una pagina dopo l'altra, la vera essenza della vita. lo consiglio a tutti, a chi vuole provare a guardare le cose in un altro modo, a chi vuol provare a trovare una risposta alle domande che da sempre affliggono l'uomo. bellissimo

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Manuela - 26/03/2005 16:27

voto 5 su 5 5

Divorare libri è la mia passione e spesso mi è capitato di addormentarmi tardissimo la sera o di svegliarmi presto la mattina con la necessità, o forse meglio dire l'urgenza, di andare avanti nella lettura. Fagocitare parole, lasciarsi trasportare dalla scrittura, rimanere attanagliata nelle voragini di una storia, ecco per me il piacere di leggere. Ma con questo libro di Terzani è stato diverso. Un amore consumato lentamente, pagine centellinate poco a poco, come briciole lasciate da un Pollicino invisibile, per andare avanti senza smarrirsi ma senza perdere neanche nulla del paesaggio circostante. Voglia di girare pagina ma paura di arrivare al fondo e finirla. Gustarne non più di poche alla volta per prolungare il piacere, i pensieri , le riflessioni. Un compromesso con me stessa e la necessità di prendere tempo per rendere più dolce il distacco. La fine del libro era più che nota in fondo, sapevo che Tiziano non c'era già più, ma avere la possibilità di leggere le sue parole, le sue storielle indiane, i suoi aneddoti, il suo rapporto con la vita e con la morte, mi ha catapultato in una realtà dolce, piena di speranza e di vitalità. Un libro da leggere, da far leggere, da consigliare, in cui tutti, nessuno escluso, riusciranno a trovare mille risposte continuando però a porsi altre mille domande. Un libro per lo spirito, per il cuore e per la mente.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

gloria - 01/03/2005 13:11

voto 5 su 5 5

Non ho letto tutti i libri di Terzani, non sono una sua fan dai tempi del Vietnam, ma leggere l'ultimo giro di giostra è stato come ricevere un dono sincero e inaspettato, un viaggio all'interno di sè a partire da spostamenti esterni. Tiziano è un uomo di oggi con le sue capacità, i suoi bagagli di storie ed esperienze, i suoi dubbi, le sue leggerezze, i suoi difetti proprio come tutti noi. Eppure è stato capace di parlare di ricerca, malattia, guarigione, morte...di tutti gli aspetti della vita... in un modo profondamente autentico e umano. In modo vero, di quella verità di cui, mi sembra, abbiamo sempre più bisogno in questo momento così ''sofisticato''. L'ultimo giro di giostra è uno dei più bei libri che io abbia letto, mi ha tenuto attaccata alle sue parole come una lettera scritta da un amico carissimo che si è perso di vista ma a cui si tiene molto. E adesso che Tiziano non c'è più mi sento al contempo orfana per la perdita di un'anima affine e felice per aver potuto condividere con lui una parte così importante della sua esistenza. Un libro è solo una goccia nel mare ma Tiziano interroga (se stesso e gli altri)e semina il dubbio con la stessa facilità con cui altri annuiscono belanti a quanto ci circonda. E mi unisco a tutti quelli che hanno salutato Tiziano Terzani con una sola parola: grazie!

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 23/01/2005 17:06

voto 5 su 5 5

UNA ESPERIENZA DI VITA UN LIBRO CHE NON DOVREBBE MAI FINIRE, TROPPO INTERESSANTE COINVOLGENTE COMPLIMENTI

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Francesca - 04/01/2005 17:10

voto 5 su 5 5

In genere cerco di leggere i libri senza prendermi troppe pause, quindi con continuità! Invece con questo libro leggo con piacere con molta calma, è diventato un amico, una piacevole compagnia: tenera, vera, illuminante, interessante, sto imparando tante cose nuove, sto scoprendo tante cose importanti, così come ho scoperto la grandezza dell'anima di quest'uomo. GRAZIE TIZIANO

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Corrado Pirovine - 31/12/2004 18:19

voto 5 su 5 5

In tutti i libri si cerca qualcosa di piacevole da leggere, pochi poi sono quelli che riescono a darti una scossa quando hai finito di leggerli. Unici, rari sono quelli che, dopo averli teminati hai esigenza di leggere di nuovo ed in cui ti trovi. Questo libro è uno di questi; quando hai finito hai desiderio di rituffarti nelle sue pagine. Una dolce delizia e una leggera carezza per il cervello

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

ALDO - 23/12/2004 18:51

voto 5 su 5 5

HO COMPRATO QUESTO LIBRO DA DUE MESI MA NON RIESCO ANCORA A LEGGERLO , APRO LE PAGINE A CASO OGNI GIORNO E NE LEGGO MASSIMO DUE PER PAURA DI FINIRLO SUBITO. UN LIBRO COINVOLGENTE E TOCCANTE,UN'EREDITA' IMMENSA CHE POCHI UOMINI SONO IN GRADO DI LASCIARE.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 21/12/2004 16:32

voto 5 su 5 5

Stupendo! Persone, religioni, usanze, costumi diversi con un'unica essenza: la vita. Grazie Tiziano

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 04/12/2004 18:17

voto 5 su 5 5

''Perchè non tornare bambini? Senza limiti, senza paure, con curiosità per tutto;liberi, senza niente di già conosciuto, di scontato''. Un libro meraviglioso, di quelli che vorresti non finissero mai. Sulla vita e sulla morte, sulla ''magia'' che dobbiamo riscoprire, prima di tutto dentro noi stessi. Un libro che ''fa pensare'', e sembra davvero di essere in viaggio con Tiziano... Consigliatissimo! :-)

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

maria rita - 23/09/2004 16:21

voto 5 su 5 5

Conoscevo Terzani da ''un indovino'', lo apprezzavo ma avevo delle remore ad acquistare questo libro perchè pensavo fosse troppo triste!! Invece è rasserenante mi ha fatto compagnia nella mia vacanza, l'ho letteralmente divorato, non riuscivo più a staccarmene. Riesce con parole semplici a spiegare una cultura complessa come quella orientale e mi è sembrato quasi di avere un dialogo personale con l'autore che parla al lettore come ad un vecchio amico, leggetelo è veramente bello!!!

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

alina - 07/09/2004 10:11

voto 5 su 5 5

Un viaggio alla ricerca di se stessi! Conoscevo già Tiziano Terzani ed ero rimasta affascinata dalla lettura di ''un indovino mi disse'', ma con ''un altro giro di giostra'' è riuscito a toccare le corde del mio io più profondo costringendomi a riflettere e trasmettendomi una serenità assoluta.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

giancarlo spadaccini - 25/08/2004 18:20

voto 5 su 5 5

Ho comprato questo libro senza conoscere Terzani. La mia sorpresa è stata enorme! E' stato uno dei più bei libri che ho letto negli ultimi anni, è un peccato perderlo! Anche se, a questo punto, il peccato più grande è stato quello di perdere Terzani. GRAZIE TIZIANO!

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Marcello - 23/08/2004 13:20

voto 5 su 5 5

Un libro completo e ricco di spunti interessanti. Terzani conferma di essere una persona eccezionale; le sue esperienze professionali e personali rendono questo libro un capolavoro moderno e ''globale''.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

patrizio spinetti - 14/07/2004 15:24

voto 4 su 5 4

Dopo averne letto alcune parti sull'Espresso, l'ho comprato. Non sono un lettore paziente, lo confesso, ma sono rimasto affascinato dalla magica aria di spiritualità e dal senso di pace che pervade l'intero libro, e sfiora anche te invitandoti a rivedere, in qualche maniera, la tua vita e le tue scelte. Mi era successo raramente. Lo cosiglio vivamente.

Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo

Anonimo - 09/04/2004 16:46

voto 4 su 5 4

E' un libro che fa bene allo spirito. Posso solo ringraziare Terzani per aver avuto l'energia di scriverlo. Assolutamente da comprare.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima