Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'antifascista riluttante. Memorie del carcere e del confino 1926-1927
L'antifascista riluttante. Memorie del carcere e del confino 1926-1927

L'antifascista riluttante. Memorie del carcere e del confino 1926-1927

by Giovanni Ansaldo
pubblicato da Il Mulino

21,07
24,79
-15 %
24,79
Disponibile.
42 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Il 31 ottobre 1926, cioè alla data in cui iniziano queste memorie, Giovanni Ansaldo ha quasi trentuno anni ed è un giornalista arrivato; redattore capo del quotidiano socialista genovese "Il Lavoro", collaboratore della "Stampa" e, prima, della "Rivoluzione Liberale" di Gobetti e dell'"Unità" di Salvemini, è una delle belle penne dell'antifascismo; è ascoltato, rispettato, ricercato. Ma la sera di quel 31 ottobre la sua vita già avviata sulle rotaie del successo e della rispettabilità borghese subisce una svolta decisiva: credendosi braccato dai fascisti, Ansaldo si dà alla fuga, entrando in una peripezia che nel volgere di meno di un anno gli farà percorrere l'intero cursus honorum dell'antifascista: arresto, carcere, confino. La disavventura è però l'occasione per guardare a fondo in se stesso: e scoprire che l'opposizione non fa per lui, e che i valori per cui sta pagando non gli appartengono veramente. Lascinado il confino di Lipari, è già sulla via che lo porterà, anni dopo, all'adesione al fascismo. A queste pagine, scritte a caldo e rimaste inedite per oltre sessant'anni, Ansaldo ha confidato la cronaca di quell'anno turbinoso; in esse è non solo la storia di un'evoluzione politica, ma anche e soprattutto il vivacissimo reportage delle patrie galere di un grande giornalista. Con un'intelligenza ironica e autoironica, un occhio vorace di dettagli, una lingua sciolta e aguzza, Ansaldo, sbalzato controvoglia tra eroi e borsaioli, ci ha lasciato, in questo suo testo segreto, un indimenticabile "romanzo carcerario".

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Biografie Diari e Memorie » Personaggi storici, politici e militari

Editore Il Mulino

Collana Storia/Memoria

Formato Libro

Pubblicato 01/01/1992

Pagine 454

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788815036872

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "L'antifascista riluttante. Memorie del carcere e del confino 1926-1927"

L
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima