Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme
La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme

La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme

by Hannah Arendt
pubblicato da Feltrinelli

Prezzo:
11,00 8,80
Risparmio:
2,20 -20 %
mondadori card 18 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo giovedì 26 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Otto Adolf Eichmann, figlio di Karl Adolf e di Maria Schefferling, catturato in un sobborgo di Buenos Aires la sera dell'11 maggio 1960, trasportato in Israele nove giorni dopo e tradotto dinanzi al Tribunale distrettuale di Gerusalemme l'11 aprile 1961, doveva rispondere di 15 imputazioni. Aveva commesso, in concorso con altri, crimini contro il popolo ebraico e numerosi crimini di guerra sotto il regime nazista. L'autrice assiste al dibattimento in aula e negli articoli scritti per il "New Yorker", sviscera i problemi morali, politici e giuridici che stanno dietro il caso Eichmann. Il Male che Eichmann incarna appare nella Arendt "banale", e perciò tanto più terribile, perché i suoi servitori sono grigi burocrati.

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia dell'Europa » Olocausto, Genocidi e Pulizia etnica » Periodi storici » Storia del XX e XXI secolo , Psicologia e Filosofia » Filosofia: Specifiche aree » Etica e filosofia morale

Editore Feltrinelli

Collana Universale economica. Saggi

Formato Tascabile

Pubblicato  23/09/2013

Pagine  320

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788807883224


Traduttore P. Bernardini

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme"

La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima