Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il cane che mi guardava e altri racconti del taxista
Il cane che mi guardava e altri racconti del taxista

Il cane che mi guardava e altri racconti del taxista

by Giovanni Ubezio
pubblicato da Il Saggiatore

11,05
13,00
-15 %
13,00
Disponibile.
22 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Giovanni Ubezio non è uno scrittore professionista: svolge il mestiere di taxista a Milano. Tuttavia è autore di racconti: spiazzanti, divertenti, profondi, sorprendenti. Scrive grazie a una sorta di dittafono, seduto in auto, durante le pause ai posteggi, mentre i suoi colleghi leggono il giornate o chiacchierano. "Descrizione di una giornata qualunque", "Discorsi aziendali", "Le donne del centro", "Centro stomatologico" sono alcune delle ventisette suite in cui incontriamo passeggeri bizzarri, apparentemente banali o segretamente visionari, talvolta enigmatici - un corteo di creature viventi migrate sulla pagina scritta con esistenze quotidiane e normalissime, fatte di dolore sottile e di piccole illuminazioni, che i romanzi spesso trascurano. Giovanni Ubezio sa descriverle con uno stile limpido e potente, intrecciando dialoghi commoventi, folgoranti o esilaranti sullo sfondo di scenari metropolitani. La parola prende forma come se stesse riprendendo un discorso lasciato a metà e, dalla primitiva e suggestiva oralità, si materializza sulla pagina diventando racconto originale e unico. E una narrazione fuori dal tempo, abbandonata agli incontri più incongrui, casuali e sorprendenti, in cui l'episodio e la riflessione appaiono, per poi dissolversi, scomparire. La scrittura scarna, minimale, controllatissima non offre distrazioni o trasfigurazioni, e inchioda il lettore alle vicende del taxista e dei suoi personaggi.

La nostra recensione

Prendere il taxi non sarà più la stessa cosa. Sappiatelo. Se prima erano delle mosche bianche, ora i nostri fidati autisti che si mettono a scrivere "su di noi", mondo pittoresco e indubbiamente ricco di spunti, iniziano a spuntare nel panorama editoriale. Attenti dunque, perché ci osservano, ci studiano, ci ascoltano e poi registrano.
Come Giovanni Ubezio, tassista milanese, che durante le attese tra una corsa e l'altra ha impresso le sue parole (che ci riguardano, ricordatevelo bene) su un registratore. Appoggiato al suo fianco, lui è lì sempre pronto e fedele. Noi seduti dietro, ignari di quello che accadrà una volta pagata la corsa. Mentre i suoi colleghi leggono i quotidiani, prendono un caffé, lui prende diligentemente appunti sul cliente che è appena sceso. E i risultati sono spiazzanti, uno specchio su una fetta della nostra quotidianità attraverso racconti spiazzanti, divertenti, profondi.
Il cane che mi guardava e altri racconti del taxista è il suo primo libro. Il cane che mi guardava è il titolo del suo primo racconto. Da lì in poi sarà impossibile fermarsi.
Valeria Merlini

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Racconti e antologie letterarie » Romanzi italiani

Editore Il Saggiatore

Collana Narrativa

Formato Brossura

Pubblicato 14/03/2012

Pagine 190

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788842817857

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Il cane che mi guardava e altri racconti del taxista"

Il cane che mi guardava e altri racconti del taxista
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima