Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il cappio. Perché gli ordini professionali soffocano l'economia italiana

by Riccardo Cappello
pubblicato da Rubbettino

Prezzo:
16,00 13,60
Risparmio:
2,40 -15 %
In promo:
Centinaia di film 3x2
mondadori card 27 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo mercoledì 29 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

Gli Ordini professionali sono una delle tante caste che convivono in Italia strozzando l'economia, ostacolando la nascita di un vero mercato, obbedendo alla logica della autoconservazione. Si tratta di strutture che nessun Governo di centro, di sinistra o di destra ha l'interesse o la forza di mettere in discussione. Queste corporazioni sono gabbie, oltre che inutili, dannose per l'economia e per gli stessi professionisti che dovrebbero, per primi, pretenderne la demolizione per evitare che il mercato e le esigenze inevitabili dettate dalle regole europee, distruggano inesorabilmente, prima o poi, quel che resta di un sistema incapace di misurarsi con i processi della globalizzazione. Delle camicie di forza dunque, dannose per i giovani, per la bilancia dei pagamenti, per la competitività delle imprese e per i cittadini, metafora delle strutturali inefficienze del Paese.

Dettagli

Generi Economia Diritto e Lavoro » Economia » Economia, altri titoli

Editore Rubbettino

Collana Problemi aperti

Formato Brossura

Pubblicato  05/10/2010

Pagine  260

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788849827101


0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Il cappio. Perché gli ordini professionali soffocano l'economia italiana"

Il cappio. Perché gli ordini professionali soffocano l
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima