Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

cella 211
cella 211

cella 211

by Francisco Pérez Gandul
pubblicato da Marsilio

14,45
17,00
-15 %
17,00
Disponibile.
29 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Il giovane Juan Olivier, al suo primo incarico come secondino in un carcere di massima sicurezza, si presenta al lavoro con un giorno d'anticipo sul primo turno di guardia. Mentre visita il braccio che rinchiude i detenuti più pericolosi ha un mancamento. Nel tentativo di rianimarlo, le guardie lo distendono temporaneamente sulla brandina di una cella al momento vuota: la cella 211. Ma non hanno il tempo di aspettare che Juan si riprenda: il carismatico Malamadre, leader indiscusso dei detenuti più pericolosi, è riuscito ad assumere il controllo del braccio e a scatenare una sommossa. Alle guardie non resta che togliersi da lì al più presto e mettersi in salvo, abbandonando l'ignaro Juan al proprio destino in mezzo ai rivoltosi... Un noir carcerario che si avvale di un tema di grande impatto, una trama piena di colpi di scena e un protagonista camaleontico di fronte a un tragico destino. Da questo romanzo d'esordio, l'omonimo film di Daniel Monzon uscito in Spagna nel 2009.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Gialli, mistery e noir , Romanzi e Letterature » Gialli, mistery e noir

Editore Marsilio

Collana Farfalle

Formato Libro

Pubblicato 14/04/2010

Pagine 240

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788831706650

Traduttore Fabio Cremonesi

2 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
1
cella 211

Anonimo - 01/01/2012 22:14

voto 1 su 5 1

Siamo alle solite. Romanzo osannato dalla presunta critica letteraria che alla lettura risulta indigesto. Confusionario nella prosa, snocciola una trama la cui bontà è offuscata dai tipici difetti della penna spagnola. Il libro è da evitare, tuttavia ne hanno tratto un buon film, pur recante le solite numerose discrepanze rispetto allo scritto. Da segnalare anche le grossolane invenzioni presenti in pellicola dal ferimento di Malamadre, al sesto mese di gravidanza di Elena fino al MutandE e solo per citare quelli che mi hanno fatto venire i nervi‿ Ma perché inventare di sana pianta?! Mah!

cella 211

Anonimo - 21/04/2010 15:00

voto 4 su 5 4

Si legge in una serata. Scritto in maniera particolare, tutti i personaggi parlano in prima persona, ha uno spunto originale da cui si dipana una trama semplice e portata avanti bene. Non ha lo scontato lieto fine ed è un bene (ci ho sperato... ma meglio così). Molto visuale, rimango curioso di vedere il film.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima