Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Le dionisiache. Testo greco a fronte. 4.Canti XL-XLVIII
Le dionisiache. Testo greco a fronte. 4.Canti XL-XLVIII

Le dionisiache. Testo greco a fronte. 4.Canti XL-XLVIII

by Nonno di Panopoli
pubblicato da BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

19,90
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

La lunga spedizione indiana, l''Iliade' che era cominciata al canto XIII delle "Dionisiache", si è ormai conclusa ed ecco che ritroviamo Dioniso a spasso per le vie di Tiro, patria del suo avo Cadmo. Da lì il nostro eroe giunge a Berito (Beirut), la città che fa da sfondo alla storia di Beroe, la Ninfa eponima contesa fra Dioniso e Poseidone. Col canto XLIV l'azione si sposta in Grecia, a Tebe, dove Nonno, sulla scia delle Baccanti di Euripide, mette in scena la sua "Penteide". E' la volta quindi di Atene, la città nella quale Dioniso appare all'inizio del canto XLVII, accolto ospitalmente da Icario a cui dona il vino; poi, nel medesimo canto, altre due tappe: Nasso, dove il dio si unisce in nozze ad Arianna, abbandonata sulla riva da Teseo, e Argo, teatro del combattimento, dai toni parodistici, fra Dioniso e Perseo. La breve Gigantomachia costituisce il primo dei tre episodi di cui si compone l'ultimo canto del poema. Gli altri due sono le storie di Pallene e Aura, nella seconda delle quali, di ampio sviluppo, il tema dell'amore si combina con quello della violenza. Seguono l'istituzione del culto di lacco, il catasterismo di Arianna e, infine, l'apoteosi di Dioniso, che chiude la sua esistenza terrena per salire in cielo e sedere alla stessa tavola del padre Zeus. L'introduzione al volume indaga la 'grecità' dell'egiziano Nonno attraverso un itinerario di luoghi reali e letterari, con riferimenti, per Tiro e Berito, alla 'géographie poétique' della libanese Nadia Tuéni e, per Atene in festa, al primo stasimo dell'"Edipo a Colono" di Sofocle, con allusione anche all'ingresso trionfale del Cristo a Gerusalemme come narrato dai Vangeli. Commento di Domenico Accorinti.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Classici greci e latini » Poesia

Editore Bur Biblioteca Univ. Rizzoli

Collana Classici greci e latini

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/2004

Pagine 758

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788817002622

Traduttore Domenico Accorinti

Curatore Domenico Accorinti

Introduttore Domenico Accorinti

torna su Torna in cima