Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'educazione estetica dell'uomo. Testo tedesco a fronte
L'educazione estetica dell'uomo. Testo tedesco a fronte

L'educazione estetica dell'uomo. Testo tedesco a fronte

by Friedrich Schiller
pubblicato da Bompiani

Prezzo:
11,00 9,35
Risparmio:
1,65 -15 %
mondadori card 19 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo venerdì 7 aprile.  (Scopri come).

Descrizione

Schiller scrisse nel 1793 una serie di lettere (andate perdute) al principe Friedrich Christian von Schleswig-Holstein-Augustenburg, il cui contenuto riguardava la riflessione filosofica e letteraria tedesca immediatamente successiva alla Rivoluzione francese. Due anni dopo le riscrisse e le pubblicò sulla propria rivista "Die Horen" con il titolo "L'educazione estetica dell'uomo", che oggi si può leggere come uno dei massimi capolavori dell'estetica di fine Settecento, al pari dell'altro grande saggio schilleriano "Sulla poesia ingenua e sentimentale" pubblicato nel medesimo anno (1795). Tali lettere profilano il disegno utopico di una rigenerazione dell'umanità, da determinare mediante un'"educazione" della sfera sentimentale tramite l'arte. I prodotti artistici sono "forme viventi" in cui la bellezza svela l'armoniosa realizzazione della libertà etica.

Dettagli

Generi Psicologia e Filosofia » Filosofia occidentale e Storia della filosofia » Filosofia occidentale: dal 1600 al 1900 » Filosofia: Specifiche aree » Estetica

Editore Bompiani

Collana Testi a fronte

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/2007

Pagine  285

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788845259340


Curatore G. Boffi

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
L'educazione estetica dell'uomo. Testo tedesco a fronte elianadesanctis

elianadesanctis - 24/05/2013 00:17

voto 4 su 5 4

LETTERE SULLEDUCAZIONE ESTETICA DELLUOMO Di Johann C.F. Schiller Fine Settecento, incombe la crisi: dove cercare, adesso, un nuovo appiglio per vivere, una nuova speranza, se tutto quanto in cui si era creduto è miseramente crollato? La fede in una ragione onnipotente si spegne (forse per sempre), e torbide passioni sporcano lanimo di milioni di uomini. Tentare di riappropriarsi dell armonia che era appartenuta agli uomini antichi è palesemente cosa impossibile. Eppure, lautore del celebre inno Alla gioia prospetta una possibilità di redenzione: educare luomo alla vita estetica. Lindividuo perfetto sarà chi saprà vivere nella commistione di pensiero e sentimento, secondo quello che Schiller identifica come impulso al gioco. Nella nostra condizione primordiale fummo allevati da una natura madre, che ci impose determinate modalità di vita, le migliori per noi, e che nel passaggio successivo di sviluppo intellettuale noi stessi scegliemmo, considerandole le più congeniali per la vita singola e comune. Nello stadio razionale divenimmo esseri insensibili, indifferenti alla comune natura, malvagi e tiranni, barbari. Lunica salvezza possibile, secondo Schiller, è il superamento di entrambe queste modalità di esistenza, in una condizione che non le annienta ma le congiunge, ristabilendo lequilibrio tra natura e libertà. E questa condizione, per lappunto, è limpulso al gioco. Linsolita denominazione si giustifica nella convinzione dello scrittore che solo vivendo con lo stesso spirito di colui che gioca possiamo uscire dal bruto stadio primordiale e inserirci nella conoscenza. Limpulso al gioco apre le porte della bellezza, che è lo spazio della libertà e la possibilità della specie umana. Essa è armonia, e solo in quanto armonica, lumanità può essere. Ritengo che la grinta con cui lautore invoca il superamento della scissione tra razionale e irrazionale, auspicando alla formazione di un impulso più completo e perfetto che permetterà alla specie umana di sopravvivere a quella divisione, serbi altissimo valore filosofico, umano e poetico.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima