Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La fine del sacrificio. Le mutazioni religiose della tarda antichità
La fine del sacrificio. Le mutazioni religiose della tarda antichità

La fine del sacrificio. Le mutazioni religiose della tarda antichità

by Guy G. Stroumsa
pubblicato da Einaudi

Prezzo:
15,00 12,75
Risparmio:
2,25 -15 %
mondadori card 26 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo lunedì 3 aprile.  (Scopri come).

Descrizione

Il mondo tardo antico è caratterizzato da due fenomeni tra loro inseparabili. Da un lato il crollo dei sistemi (culturali, socio-economici e politici) antichi - e non solo di quello greco e di quello romano, ma anche di quello ebraico. Dall'altro, un mutamento nelle modalità stesse dell'esperienza religiosa, col passaggio dalla "religione civica", che assicura il legame sociale attraverso il comune culto riservato al divino, a una religione fondata sull'esigenza della verità, sull'interiorizzazione crescente del sentimento religioso. L'autore contesta le tesi di Hadot e Foucault e ripropone l'idea del debito cristiano nei confronti del pensiero ebraico, della "natura ebraica" dei concetti fondamentali del cristianesimo.

Dettagli

Generi Religioni e Spiritualità » Storia delle religioni » Fede, politica e società » Religione, argomenti generali

Editore Einaudi

Collana Piccola biblioteca Einaudi. Nuova serie

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/2006

Pagine  146

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788806183301


0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "La fine del sacrificio. Le mutazioni religiose della tarda antichità"

La fine del sacrificio. Le mutazioni religiose della tarda antichità
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima