Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'infermiera Margot e altri racconti
L'infermiera Margot e altri racconti

L'infermiera Margot e altri racconti

by Stefan Heym
pubblicato da Marlin

10,11
11,90
-15 %
11,90
Disponibile.
20 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

La raccolta comprende nove racconti scritti a Berlino Est tra il 1953 e il 1983. I primi tre sono ambientati nel periodo tra il nazismo e il dopoguerra e si rivolgono, con una critica sferzante, ai responsabili dei crimini nazisti ed esprimono amarezza per la vigliaccheria della gente comune. Negli altri sei racconti i problemi della Germania divisa e degli altri paesi socialisti emergono dalle storie di personaggi che devono fare i conti con il socialismo reale e il potere, con la burocratizzazione e con l'isolamento culturale. La prospettiva è quella della "kleine Leute", la gente umile.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Racconti e antologie letterarie » Romanzi stranieri

Editore Marlin

Collana I Lapilli

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2006

Pagine 168

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788860430076

Traduttore S. Saba

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
L'infermiera Margot e altri racconti

Anonimo - 04/08/2006 11:11

voto 4 su 5 4

Grazie a questa bella raccolta di racconti anche chi legge solo in italiano ha la possibilità di fare una (ri)scoperta: Stefan Heym e la sua grande letteratura! In queste storie ambientate dal dopoguerra agli anni subito prima della caduta del muro nella Germania dell'Est troviamo una serie di temi cari allo scrittore ''scomodo e dissidente'' ovunque abbia vissuto e operato: il ripudio della guerra e del mondo militare, con le sue gerarchie e i suoi ridicoli rituali; il potere burocratico che tutto vuole controllare; i sentimenti e le vicende personali che hanno come sfondo la grande storia, che condiziona e talvolta determina il quotidiano vivere della gente comune. Tutto questo espresso con una prosa magistrale, con un registro a volte ironico, a volte sarcastico, a volte semplicemente essenziale. E poi Heym ha la capacità di ricreare un'atmosfera dentro la quale il lettore si ritrova immerso: i pesanti e grigi uffici dell'opprimente burocrazia della DDR o i gelidi paesaggi dell'inverno tedesco. I racconti che preferisco? La vera storia del grande schedario del Partito Nazionalsocialista e Il mio Richard, entrambi con tratti divertenti e assolutamente geniali.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima