Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

I nodi segreti degli Incas. Gli antichi manoscritti Miccinelli riscrivono la tragica storia della conquista del Perù
I nodi segreti degli Incas. Gli antichi manoscritti Miccinelli riscrivono la tragica storia della conquista del Perù

I nodi segreti degli Incas. Gli antichi manoscritti Miccinelli riscrivono la tragica storia della conquista del Perù

by Davide Domenici - Viviano Domenici
pubblicato da Sperling & Kupfer

18,50
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Nei libri di storia si legge che gli Incas furono l'unico popolo antico in grado di creare un grande impero senza conoscere l'uso della scrittura; che il conquistador spagnolo Francisco Pizarro sbaragliò gli eserciti con una fulminea operazione militare, condotta contro indigeni apparentemente incapaci di difendersi; che la distruzione del mondo incaico a opera di soldati ed evangelizzatori fu poi talmente violenta e repentina che quasi tutto quel che ne sappiamo lo dobbiamo a pochi testi redatti dopo la Conquista. Oggi, però, lo straordinario ritrovamento di manoscritti, rinvenuti nel 1984 dalla studiosa Clara Miccinelli nella sua casa napoletana, getta una luce del tutto nuova su questi fatti e sulla stessa civiltà incaica e schiude scorci di verità finora ignoti. Da pagine fitte di disegni e codici cifrati, da frammenti di lettere e da antichi cimeli racchiusi tra quelle carte recuperate, emergono segreti che il tempo e la censura spagnola avevano celato per secoli: gli Incas avrebbero posseduto un vero e proprio sistema segreto di scrittura, ingegnosamente 'annodato' nelle cordicelle dei quipu; Pizarro avrebbe avvelenato con vino all'arsenico i generali dell'Inca Atahuallpa, sconfiggendoli così con l'inganno; il più celebre cronista indio, al quale dobbiamo buona parte della nostra conoscenza del Perù antico, non sarebbe stato che un semplice prestanome, la cui figura doveva nascondere quella di un autore 'maledetto' e misterioso, il gesuita meticcio Blas Valera. Davide e Viviano Domenici ricostruiscono in questo saggio l'avvincente cammino dei manoscritti Miccinelli passati nei secoli attraverso le mani di autorevoli collezionisti, come il Principe di Sansevero. E ricostruiscono con precisione accademica e passione letteraria questo intrico di fatti e personaggi, di polemiche e accuse, coincidenze e omissioni, dando vita a un'indagine storica che inizia sulle Ande e prosegue tra archivi segreti, stanze alchemiche e laboratori scientifici, dove si muovono personalità misteriose e affascinanti come l'indomito Valera, il Principe-scienziato Raimondo de Sangro e il Duca Amedeo d'Aosta, celebre 'eroe dell'Amba Alagi'. Una storia vera più avvincente di un romanzo, che ha innescato un acceso dibattito accademico ancora lungi dall'essere concluso, raccontata dagli autori con notevole maestria e arricchita da un interessante inserto a colori. Un saggio rigoroso e documentato che si legge come una detective story e che riesce a comunicare, anche ai lettori non specialistici, l'eccitante avventura del mestiere di storico.

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia delle Americhe

Editore Sperling & Kupfer

Collana Saggi

Formato Rilegato

Pubblicato 01/01/2003

Pagine 222

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788820035709

torna su Torna in cima