Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La patria ferita. I corpi dei soldati italiani e la Grande guerra
La patria ferita. I corpi dei soldati italiani e la Grande guerra

La patria ferita. I corpi dei soldati italiani e la Grande guerra

by Barbara Bracco
pubblicato da Giunti Editore

12,60
18,00
-30 %
18,00
Disponibile.
25 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Con la sua straordinaria forza evocativa, la figura del mutilato esemplifica il passaggio epocale del primo, apocalittico, conflitto del XX secolo. Durante e dopo la Grande guerra i soldati italiani invalidi divennero l'emblema assoluto della "patria ferita": confermarono la forza devastante di un evento che esaltò il corpo menomato come simbolo del sacrificio. Medici e chirurghi, letterati e uomini di cultura, leader politici, pittori e scrittori delle avanguardie futuriste, istituzioni statali e associazioni di ex combattenti furono tutti impegnati a fare del corpo offeso del fante-contadino il centro di un vero e proprio culto nazionale.

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia dell'Europa » Storia sociale e culturale » Storia d'Italia e delle Regioni italiane » Storia d'Italia » Storia militare

Editore Giunti Editore

Collana Saggi Giunti

Formato Brossura

Pubblicato 31/10/2012

Pagine 240

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788809779778

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "La patria ferita. I corpi dei soldati italiani e la Grande guerra"

La patria ferita. I corpi dei soldati italiani e la Grande guerra
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima