Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La tragedia della diga del Gleno. 1° dicembre 1923. Indagine su un disastro dimenticato
La tragedia della diga del Gleno. 1° dicembre 1923. Indagine su un disastro dimenticato

La tragedia della diga del Gleno. 1° dicembre 1923. Indagine su un disastro dimenticato

by Benedetto Maria Bonomo
pubblicato da Mursia (Gruppo Editoriale)

Prezzo:
12,00 10,20
Risparmio:
1,80 -15 %
mondadori card 20 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo venerdì 17 febbraio.  (Scopri come).

Descrizione

Una strage, un'inchiesta chiusa frettolosamente, nessun colpevole. E 359 morti che non hanno mai avuto giustizia. Il crollo della diga del Gleno che il 1° dicembre 1923 ha travolto la Valle di Scalve, nella bergamasca, è la prima strage italiana in cui giustizia e verità vengono sacrificate alla ragion di Stato, più precisamente dello Stato fascista che non può ammettere che azioni di gruppi terroristici minaccino la sicurezza. Meglio quindi puntare il dito sui materiali, sul costruttore, sul progettista e poi assolvere tutti. Perché i giudici del tribunale di Bergamo non hanno dato peso alla perizia balistica, o alla deposizione di un detenuto che parlò di una bomba, o alla denuncia di furto di 75 chili di dinamite? A quasi un secolo di distanza un avvocato penalista riapre il caso, in cerca di verità. Perché giustizia e verità non cadono in prescrizione.

Dettagli

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "La tragedia della diga del Gleno. 1° dicembre 1923. Indagine su un disastro dimenticato"

La tragedia della diga del Gleno. 1° dicembre 1923. Indagine su un disastro dimenticato
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima