Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Gli ultimi mohicani. Una storia di Democrazia Proletaria
Gli ultimi mohicani. Una storia di Democrazia Proletaria

Gli ultimi mohicani. Una storia di Democrazia Proletaria

by Matteo Pucciarelli
pubblicato da Edizioni Alegre

Prezzo:
16,00 13,60
Risparmio:
2,40 -15 %
mondadori card 27 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo giovedì 13 aprile.  (Scopri come).

Descrizione

Nel 1991 finiva l'esperienza di Democrazia Proletaria, erede dei movimenti nati nel '68 e protagonisti degli anni Settanta. Dp ha rappresentato il tentativo di tenere viva quella stagione in un esperimento originale che ha messo insieme marxismo eretico, cattolicesimo del dissenso, ambientalismo, garantismo, pacifismo. Tematiche o in parte vissute nell'esperienza successiva, quella di Rifondazione comunista in cui Dp è confluita facendo perdere le proprie tracce. Questa è forse la prima storia completa raccontata attraverso le testimonianze dirette dei protagonisti: dirigenti, come Mario e Giovanni Russo Spena o i semplici compagni di strada come Paolo Villaggio e Andrea Pazienza. Ma è anche un viaggio a ritroso nella Nuova sinistra ripercorrendo i drammatici, ma irripetibili, anni Settanta.

Dettagli

Generi Politica e Società » Ideologie e Teorie politiche » Conservatorismo e altre ideologie di Destra » Ideologie politiche » Politica e Istituzioni » Attivismo politico

Editore Edizioni Alegre

Collana Tracce

Formato Brossura

Pubblicato  07/06/2011

Pagine  192

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788889772591


1 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Gli ultimi mohicani. Una storia di Democrazia Proletaria

Anonimo - 25/08/2011 08:30

voto 0 su 5 1

Un libro ben scritto appassionato che racconta la storia di Democrazia Proletaria dalle origini alla confluenza in Rif.Comunista nel 1991, attraverso le voci e le testimonianze dirette dei protagonisti e anche di semplici simpatizzanti, documenti d'archivio, fonti di giornali. Un piccolo spaccato politico dell'1,7% che permetteva allora di eleggere 5-6 deputati, piuttosto battaglieri, che attraverso contraddizioni , ingenuità, errori, ma molta idealità portavano avanti un'idea di politica, sempre dalla parte degli ultimi. E' ben rappresentata tutta la galassia di movimenti che orbitavano nella galassia della Nuova Sinistra. Ci sono poi gli anni '70 per me veramente magici e irripetibili, anche se qui raccontati quasi esclusivamente dal punto di vista politico, attaverso episodi tragici e ingiustificabili, come l'omicidio Ramelli, o l'assassinio del sognatore Peppino Impastato, compiuto proprio nello stesso giorno del ritrovamento del cadavere di Aldo Moro. Un libro importante che ti dice quando a quei tempi fosse importante la politica,con la P maiuscola, quando ancora si aveva almeno l'illusione che si poteva cambiare qualcosa in questo paese e che il futuro potesse essere migliore. Se ci confrontiamo con l'oggi : l'intera classe politica è di uno squallore edi una mediocrità veramente unica,comandata a bacchetta da agenzie di rating, enti misteriosi e transnazionali come FMI, la BCE ecc. e allora parafrasando Capanna "Formidabili quegli anni".

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima