Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

A volte ritornano
A volte ritornano

A volte ritornano

by Stephen King
pubblicato da Bompiani

9,35
11,00
-15 %
11,00
Disponibilità immediata - meno di 3 pezzi a magazzino.
19 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin whatsapp

"Nei miei racconti incontrerete esseri notturni di ogni genere: vampiri, amanti dei demoni, una cosa che vive nell'armadio, ogni sorta di altri terrori. Nessuno di essi è reale. L'essere che, sotto il letto, aspetta di afferrarmi la caviglia non è reale. Lo so. E so anche che se sto bene attento a tenere i piedi sotto le coperte, non riuscirà mai ad afferrarmi la caviglia." L'intento di Stephen King in questi venti racconti è chiaro: parlare di paura, di come si arriva all'orlo della follia... e forse al di là del baratro.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Horror e gotica » Racconti e antologie letterarie , Fantasy Horror e Gothic » horror e Dark Romance

Editore Bompiani

Collana I grandi tascabili

Formato Tascabile

Pubblicato 28/01/2014

Pagine 381

Lingua Italiano

Titolo Originale Night Shift

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788845275661

Traduttore H. Brinis

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
A volte ritornano librisenzagloria

Libri Senza Gloria Blog Pop Nerd - 15/10/2018 10:45

voto 3 su 5 3

I racconti più antichi di Stephen King, alcuni addirittura scritti molto tempo prima che raggiungesse lo stato di celebrità grazie ai primi romanzi, sono tutti raccolti nel suo quinto libro, A volte ritornano (1978, stesso anno del capolavoro Lombra dello scorpione). Si comincia con la spocchiosa introduzione di John D. MacDonald (autore de Il promontorio della paura, da cui il film con Gregory Peck e Robert Mitchum e il remake di Martin Scorsese con Robert De Niro). Segue per fortuna loriginale prefazione di Stephen King (la prima da lui scritta per un suo libro) che è un piccolo ma autentico saggio sulla paura. Venti diversi sono gli orrori raccontati e qui raccolti da King, alcuni inediti prima del 1978 in cui venne pubblicata la raccolta, altri usciti dal 1970 su Cavalier, Cosmopolitan, Gallery, Maine Magazine e Penthouse. Il primo racconto (e inedito fino al 1978) e più corposo è Jerusalems lot, ambientato in un gotico west. Qui, attraverso la messa in scena di corrispondenze e stralci di diario, un giovane King si rifà ai maestri che lhan preceduto. Parte come Poe (Charles Boone prende possesso della residenza dei suoi avi ma avverte presenze striscianti dietro i muri) e finisce come Lovecraft (il grimorio di Bloch, messe nere per evocare il Verme da oltre lo Spazio) fin quasi replicandone letteralmente lo stile. Questo racconto più Il bicchiere della staffa dove un paio di anziani bevitori prestano soccorso a un uomo e si ritrovano a fronteggiare i vampiri di Salems lot, sono alla base de Le notti di Salem (1975), secondo romanzo di Stephen King pubblicato subito dopo Carrie (1974). Altro racconto seminale è quello che vede ragazzi omicidi in mondi sfoltiti da una banale influenza (Risacca notturna) che non sarebbe altro che il Captain Trip (qui identificato come A6) de Lombra dello scorpione (1978). Spazio per la fantascienza con Io sono la porta, dove un astronauta di ritorno da Venere viene contagiato da un morbo extraterrestre che si manifesta tramite bulbi oculari nelle mani. Luomo lotta per prendere il possesso del suo corpo, degno di uno dei peggiori incubi corporali di David Cronenberg. Un uomo instabile sostiene di fronte al suo psichiatra che i tre figli siano stati uccisi dal Baubau nascosto nellarmadio. Salvo scoprire che lo psichiatra è solo un travestimento del mostro degli stanzini (Il Baubau). Un alcolista che beve la birra sbagliata si trasforma in un nauseante blob grigio che si riproduce per mitosi (Materia grigia). La madre di un giocattolaio ucciso vendica lassassinio del figlio spedendo al killer professionista un kit di soldatini del Vietnam viventi, feroci e armati fino ai denti (Campo di battaglia). Loperazione nostalgia di un uomo affascinato dalla nebbia fa tornare alla mente gli omicidi al college di Springheel Jack, salvo far sorgere il dubbio che il killer sia proprio lui (Primavera da fragole). Una collegiale conosce un disadattato capace di prendersi cura di lei come nessun altro al mondo (So di che cosa hai bisogno). Un uomo è afflitto dal rimorso per non essere corso in aiuto della sorella squillo in una storia che ha più del dramma e nulla dellhorror (Lultimo piolo, terzo inedito). Dietro lo sguardo di un giovane sognante si nasconde un serial killer che spaccia con un martello le ragazze che non risultino essere la sua Norma (Luomo che amava i fiori). Ancora niente horror e tanto dramma nella storia di un uomo che pratica leutanasia sulla madre malata terminale di cancro (La donna nella stanza, quarto e ultimo inedito)...

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima