Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Agata, Oliva, Cristina e Ninfa. Le sante patrone di Palermo nei dipinti della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis
Agata, Oliva, Cristina e Ninfa. Le sante patrone di Palermo nei dipinti della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis

Agata, Oliva, Cristina e Ninfa. Le sante patrone di Palermo nei dipinti della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis

Conny Catalano
pubblicato da Edizioni d'Arte Kalos

Prezzo online:
11,90
14,00
-15 %
14,00
Disponibile in 4-5 giorni.
24 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Il volume è il risultato di uno studio storico-critico e iconografico condotto su circa ventiquattro opere, più o meno note, conservate presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis, in cui sono raffigurate le quattro antiche sante patrone di Palermo, Agata, Oliva, Cristina e Ninfa, prima che santa Rosalia acquisisse il primato indiscusso sulla città nel 1624. Ai saggi iniziali dedicati alla descrizione delle vite, alla diffusione del culto e alle rispettive iconografie, seguono dettagliate schede tecniche ed esplicative sulle singole opere in questione.

Dettagli

Generi Arte Beni culturali e Fotografia » Storia dell'arte » Arte sacra » Cataloghi di mostre » Forme d'arte e tecniche artistiche » Forme d'arte, altri titoli

Editore Edizioni D'arte Kalos

Collana Le arti

Formato Brossura

Pubblicato 27/11/2015

Pagine 98

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788898777228

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Agata, Oliva, Cristina e Ninfa. Le sante patrone di Palermo nei dipinti della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis"

Agata, Oliva, Cristina e Ninfa. Le sante patrone di Palermo nei dipinti della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima