Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Quando hai sedici anni e gli amici sono tutto il tuo mondo, l'iniziazione alla vita non può che essere violenta. Come l'amore. O la scoperta del male.

È l'estate del 1982. L'Italia ha appena vinto i mondiali di Spagna e Milano è deserta. Demo, Elia e Fabiano trovano una casa abbandonata sul naviglio Martesana e decidono di farne il loro Regno. Un posto segreto dove è possibile fumare, ascoltare i Led Zeppelin, sfogliare i giornaletti porno, scoprire il confine sottile tra complicità e gelosia, tra emulazione e rivalità. Un posto, anche, dove accogliere i nuovi amici, come Ric. Poi incontrano Valli, ed è un'apparizione. Lei è selvatica, ha gli occhi verdi, i capelli lunghi, un corpo esile chiuso in una salopette; vive in un camper con la madre e ogni giorno pesca nel canale. Senza volerlo la ragazza rompe il goffo equilibrio maschile del Regno, insinuando nel gruppo quella tensione erotica che è per tutti la grande scoperta e il grande dolore dell'adolescenza. Ma che qui genera un danno capace, in una sola notte, di cambiare il destino dei protagonisti. Mentre la pioggia si porta via l'ultima estate della loro giovinezza.

***

«Vivessi mille anni non dimenticherò mai quell'apparizione, la prima volta che finalmente vedevo da vicino la misteriosa ninfa della Martesana. Ma sí: in tutti quei giorni, quando ero andato alla casa da solo, per prima cosa ero sceso fino al bordo del canale e avevo guardato da tutte le parti. L'avevo cercata senza trovarla. Pensavo che non l'avrei piú veduta, che forse se n'era andata in vacanza, o era partita, scomparsa nel nulla da cui era uscita come una spuma».

La nostra recensione

L’adolescenza e i suoi miti, l’amicizia e i suoi riti, l’amore e i suoi rischi. Lungo le tracce irregolari e sfrangiate di queste orbite si muovono i protagonisti del romanzo di Raul Montanari, che non vorrei definire generazionale (anche se inevitabilmente lo è) per non togliergli quel tocco di universalità che invece gli compete e che meglio lo descrive. E infatti, che cosa c’è di più universale dell’amicizia e dell’amore, soprattutto quando hai sedici anni e la vita è come una sconfinata prateria distesa verso l’orizzonte e ogni secondo sembra dilatarsi all’infinito? Montanari sa cogliere con realismo, e anche un po’ di umorismo, l’adolescenza nei passaggi che la caratterizzano: il desiderio di libertà dai genitori, il gruppo e l’antagonismo, la musica e lo sballo, le svolte intimistiche, il linguaggio gergale, l’esplosione della sessualità. I giorni di Demo e dei suoi amici si declinano così in una ricerca sfrenata della felicità, sempre in bilico sul rischio di sprecare tutto e ritrovarsi senza niente dopo avere preteso tutto. Ma loro ancora non possono sapere che a sedici anni non c’è solo “tutto o niente”, che esistono invece talmente tante gradazioni di felicità e dolore che è impossibile esaurirle in una sola adolescenza. Il Regno, la casa abbandonata sul Naviglio che diventa la loro reggia, serve anche a questo, a frazionare in una visione caleidoscopica il mondo che li unisce e che potrebbe inesorabilmente dividerli. L’arrivo di Valli, la ninfa pescatrice che vive con la madre in un camper nei pressi del Regno, libera la tensione, erotica e non solo, e scompagina gli equilibri dell’amicizia spingendo i protagonisti a varcare, o a cercare di farlo, vette superiori. Dai primi racconti visionari degli anni Novanta, Montanari ne ha fatta di strada, raggiungendo con questo romanzo una sicurezza espressiva e una varietà di intonazioni che creano un ritmo narrativo vivace e disteso (intenso).

Antonio Strepparola

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi contemporanei

Editore Einaudi

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 17/03/2015

Lingua Italiano

EAN-13 9788858418550

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Il Regno degli amici"

Il Regno degli amici
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima