Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il grimorio del lago
Il grimorio del lago

Il grimorio del lago

by Mariachiara Moscoloni
pubblicato da Brigantia Editrice

14,40
16,00
-10 %
16,00
Disponibile a partire dal 21/08/2018.
29 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Le ore livide che precedono l'alba, da che la razza umana si è accorta di possedere un'anima, sono quelle in cui si medita insonni sui propri peccati, si sussurrano promesse solenni e si commettono delitti atroci. I meschini osano gettare uno sguardo furtivo allo specchio, certi di aver consegnato il peggio di sé alla notte, e speranzosi di affrontare le rimanenti ore con la coscienza pulita. Questo breve intervallo di tempo è consacrato alla celebrazione di un ignobile rito: quello delle esecuzioni a morte. Non appena i raggi dell'aurora si posano delicati sulla terra, illuminando di soffusa pietà i resti della macabra cerimonia, i responsabili fuggono altrove. Giudiziosi e alacri nel dedicarsi alle proprie incombenze quotidiane e ad altri crimini, forse meno gravi. Demetra sapeva di essere la prossima vittima sacrificale, destinata all'altare di fascine e fiamme allestito in nome di un corrotto nume, cui tutti attribuivano l'immeritato nome di Giustizia Divina.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Horror e gotica , Fantasy Horror e Gothic » horror e Dark Romance

Editore Brigantia Editrice

Formato Brossura

Pubblicato 06/05/2014

Pagine 248

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788898336098

2 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
2
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Il grimorio del lago sarasaffi

sarasaffi - 10/06/2014 16:41

voto 5 su 5 5

Le donne sono le protagoniste indiscusse e il pubblico ideale di questo romanzo. Donne incapaci di sottomettersi alle ipocrisie di una società miope e in grado di ribellarsi agli abusi compiuti dagli uomini nei loro confronti. Ma il Grimorio del Lago non è solo questo. La sua bellezza è insita nellarmonia con cui alterna la trama fra grida di denuncia e sentimenti appena sussurrati. Il lettore non può rimanere insensibile al lato poetico del romanzo: sulla superficie del lago fluttuano candide ed evanescenti, come fiori di loto, le emozioni delle anime più pure, lamore di una madre verso un figlio e quello di una donna verso un uomo. E un libro consigliato a chi apprezza le ambientazioni misteriose e raffinate di un romanzo gotico; a chi predilige figure femminili coraggiose e volitive, capaci di affrontare le prove che un destino, a volte cinico e crudele, ha loro riservato; a chi non ama piangersi addosso. Perché, in fin dei conti, lunica strada che consente di arrivare alla meta prefissata è quella del sacrificio e del desiderio di riscatto. A volte, le entità sovrannaturali cui attribuiamo la responsabilità di certi accadimenti, non sono altro che il frutto più rigoglioso di una pervicace volontà. Questo, dunque, il messaggio forte e vincente contenuto nel romanzo: la miglior vendetta non ha nulla a che fare con luccisione del carnefice, ma con la rinascita della vittima, che, come una Fenice, è in grado di risorgere dalle sue stesse ceneri.

Il grimorio del lago laviniapinello

laviniapinello - 05/06/2014 15:32

voto 5 su 5 5

Il Grimorio del lago è un libro che narra più di quanto ci si aspetti di leggere, tra le sue pagine si intrecciano le storie di tre donne; tre donne comuni e uniche, tre donne figlie del loro tempo che affrontano problematiche comuni a centinaia di altre donne: il grande amore, labbandono, la violenza, la malattia, la morte. Sono tre donne distanti tra loro per epoche ed esperienze, che si ritrovano sulle sponde di un lago e attraverso le pagine di un libro antico, e intrecciano i loro destini e le loro vite. Sono tre donne che hanno una radice comune di intima fragilità e purezza che si troveranno a dover fare i conti con gli eventi della loro vita e con loro stesse, per sopravvivere. Sono tre donne che sceglieranno tre strade diverse per avanzare fortificate in un mondo che vorrebbe farle giocare in difesa. Sono tre donne, sono migliaia di donne e ciascuna donna vivente o che sia vissuta. In loro ritroviamo sogni, illusioni, ingenuità, paure e traumi, odio e ribrezzo, curiosità, rivalsa, amore Emozioni pulsanti velate agli occhi di chi non sa guardare, di chi guardando lo specchio lucente e immoto di un lago vi vede solo la propria immagine riflessa e ciò che crede di scorgervi agitarsi sul pelo della superficie dellacqua. Ma cè altro, cè molto altro che ribolle e si annida nelle sue profondità: una creatura insonne, viva, che cela segreti meravigliosi e altri torbidi, che è casa e nutrimento per le creature che lo rispettano e tomba di coloro che si sono immersi per conoscerne le più remote profondità senza rispetto per quei luoghi e senza sapervi nuotare attraverso, che vi si sono immersi solo per curiosità o per impossessarsi di qualcosa di così intenso, puro come quelle acque così fresche e comesse apparentemente fragile: lanimo di una donna. Il grimorio, lantico libro che lega le protagoniste del romanzo, è un libro fatto di immagini e parole, di saperi tramandati e giudicati dalle genti nei secoli come saperi di utilità e potere, è il libro che dà le parole a quello che si agita sotto la superficie del lago e che non ha voce, è il libro che dà forma alle profondità di quelle acque insonni. Ed è quando lanimo incontra ciò che gli dà forma e voce che diventa invincibile, diventa temibile, perché non si arresta. Una volta che ha preso coscienza del suo potere e della sua forza porterà a compimento i suoi fini, splendidi o turpi che siano, non importa. È questa lentità che si agita in fondo al lago, è questa la consapevolezza acquisita che rende ogni donna temibile tanto da condannarla alle fiamme in pubblica piazza, a meno che non riesca a celarsi sotto limmoto specchio del lago, perché ciò che riesce a sopravvivere alle avversità della vita contro ogni previsione e logica è profondamente temuto dagli animi mediocri, dai vili. Lavinia Pinello

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima