Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'Italia è donna. Eterna e fatale
L'Italia è donna. Eterna e fatale

L'Italia è donna. Eterna e fatale

by Roberto Borri
pubblicato da Grafiche Boffi

14,40
16,00
-10 %
16,00
Disponibile a partire dal 27/08/2018.
29 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia dell'Europa » Storia d'Italia e delle Regioni italiane » Storia d'Italia

Editore Grafiche Boffi

Formato Brossura

Pubblicato 07/09/2012

Pagine 120

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788889366103

1 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
L'Italia è donna. Eterna e fatale

Anonimo - 12/09/2012 13:47

voto 0 su 5 1

Affascinato dall'allegoria con testa turrita che personifica l'Italia, l'autore ha voluto utilizzare la forma romanzata per raccontarne la storia, divulgarne le straordinarie immagini (moltissime inedite) ed evidenziarne i diversi aspetti della sua femminilità, a volte sensuale a volte madre, nei duemila anni della sua esistenza: dalla Roma imperiale al Rinascimento, dal Risorgimento sino ai nostri tempi, attraverso monete, dipinti, statue, carte geografiche, stampe, francobolli, documenti del Regno e della Repubblica. Sarà proprio l'allegoria posta nel retro della carta d'identità, dopo qualche iniziale imbarazzo, a iniziare un serrato dialogo con l'anonimo possessore del documento che, progressivamente, subirà il regale fascino di questa Donna, Eterna e Fatale. Cadendo entrambi in tentazione, appiccicati come sono, schiena contro spalla, divisi soltanto da un sottile foglio di carta. Lei, col desiderio di liberarsi dalla castigata postura imposta da francobolli e passaporti, vista solo di profilo, con gambe e petto nascosti. Lui, stregato dalla sagacia delle parole di Lei e dal suo mutato aspetto fisico, non più appesantito dall'inattività rinascimentale ma reso attraente e slanciato dal fervore patriottico del Risorgimento. Il racconto è preceduto da alcuni brevi capitoli che si occupano della simbologia al femminile degli stati e delle fonti millenarie dell'icona che rappresenta la nostra nazione.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima