Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

In un grande albergo svizzero, l'americano bianco, Giorgio Anderssen, convinto sostenitore dell'inferiorità della razza nera, sfida a scacchi il nero giamaicano Tom con l'intento di umiliarlo. Tom accetta la sfida. L'americano, abile professionista, segue una logica e una metodologia rigorose che già numerose volte lo avevano portato alla vittoria. Al suo gioco inflessibilmente razionale, l'uomo di colore contrappone un gioco apparentemente caotico e istintuale, senza alcuna coerenza né metodo. All'inizio della partita, l'alfiere nero cade a terra, spezzandosi: l'americano rimedia al danno incollando le due parti della pedina con della ceralacca rossa. Ma ben presto, simile a un soldato dalla testa ferita su cui il rosso della cera bollente scorre come sangue vivo, l'alfiere diviene per lui il centro di un'ossessione crescente, che lo spinge accanitamente a inseguire quest'unico pezzo, fattosi più importante ai suoi occhi dello stesso scacco matto. Frattanto, il gioco apparentemente irrazionale di Tom si rivela essere una strategia astuta e machiavellica che lo porterà alla vittoria, offuscando completamente la lucidità dell'avversario. Ma il rosso della ceralacca che cola sullo scacco è ancora visibile e diventa per Tom una sanguinosa minaccia.

Considerato tra le migliori opere di genere fantastico dell'Ottocento italiano, "L'alfier nero" è il primo di cinque racconti scritti da Arrigo Boito nel 1867. Qui, l'elemento razziale che dà il via alla sfida tra i due giocatori è in realtà soltanto un pretesto per mettere a confronto i due uomini, quali personificazioni di una dualità insita nell'esistenza umana. La dicotomia bianco e nero, luce e buio, padrone e schiavo, forze razionali contro forze istintuali, domina interamente il testo. Ma al centro del gioco c'è sempre la figura del titolo, l'alfiere nero, che sembra prendere vita nell'atmosfera allucinata del racconto: un eroico guerriero dal capo insanguinato, che continua a combattere fino alla morte.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Classici » Gialli, mistery e noir » Racconti e antologie letterarie » Legal, Thriller e Spionaggio , Gialli Noir e Avventura » Gialli, mistery e noir

Editore Nemo Editrice

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 03/06/2020

Lingua Italiano

EAN-13 9788835840855

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "L'alfier nero"

L
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima