Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Ladri di reliquie, un'oscura confraternita religiosa e la Divina Commedia di Dante sono le chiavi di questa trama affascinante in cui il mistero si unisce alla storia. Suor Ottavia Salina, massima autorità dell'Archivio Segreto Vaticano in fatto di paleografia, viene convocata dalle alte gerarchie della Chiesa: è l'unica in grado di decifrare il tatuaggio - sette croci e sette lettere in greco antico - inciso sul cadavere di un etiope ritrovato in Grecia. Affiancata da una guardia svizzera e da un archeologo, la suora viaggia tra Roma, Ravenna, Gerusalemme, Atene, Costantinopoli, Alessandria e Antiochia - le sette città simbolo dei peccati capitali - sulle tracce dei Guardiani della Vera Croce, il cui segreto è celato nel capolavoro del loro membro più illustre: Dante. Cercando significati reconditi nel Purgatorio e sottoponendosi a pericolose prove iniziatiche, i tre investigatori cercano di venire a capo di un mistero lungo diciassette secoli: chi è l'ultimo Catone?

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Romanzi storici , Romanzi e Letterature » Narrativa d'ambientazione storica

Editore Rizzoli Libri

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 31/05/2011

Lingua Italiano

EAN-13 9788858608173

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
L'ultimo Catone bruno.mohorovich

-

voto 4 su 5 Dante Alighieri e' l'uomo per tutte le stagioni. Anche Matilde Asensi non ha saputo resistere al suo fascino, visto che "L'ultimo Catone" muove i suoi passi lungo i cerchi del Purgatorio, luogo di espiazione nell'attesa di elevarsi verso il Sommo Bene. Una suora, un capitano della Guardia Svizzera Vaticana ed un professore egiziano si trovano a dover seguire le tracce di chi, in giro per il mondo cattolico, va rubando le reliquie della Vera Croce. Un cammino, che per i nostri, si rivela ben presto un viaggio iniziatico sull'orma dantesca, e come Lui, rifatti come piante novelle / rinovellate di novella fronda, / puri e disposti a salire alle stelle. Mano a mano che si procede nella lettura del romanzo, ci si domanda se sia stato Dante a fornire la trama alla Asensi o se la scrittrice abbia "virato" i versi della "Comedia" a piacer suo.Fatto e' che l'opera non risulta solo gradevole dal punto di vista della lettura, ma ci consente di scoprire, grazie ad una attenta indagine, elementi storici di grande valenza; in fondo, la bellezza del romanzo storico e' proprio questa: fondere sapientemente e con giusta informazione elementi reali e di fantasia, dove i primi surclassano i secondi. Ne' la scrittrice risparmia, in questa occasione, come gia' in "Iacobus",garbate frecciatine al mondo della Chiesa,inducendo in piu' di una riflessione. Ordunque, numerologia, peccati capitali,scarificazioni e quel luogo,forse un po' proppo new age nella sua proposizione, meta finale di un'avventura in alcuni passaggi "parente" di Indiana Jones,conducono i nostri - e lo stesso lettore - all'ascesa del corpo ed all'ascesi dllo spirito.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima