Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

In una calda notte di primavera, una giovane donna cammina nel centro esatto della strada statale. È nuda e coperta di sangue. A stagliarla nel buio, i fari di un camion sparati dritti su di lei. Quando, poche ore dopo, la ritroveranno ai piedi di un autosilo, la sua identità verrà finalmente alla luce: è Clara Salvemini, prima figlia della piú influente famiglia di costruttori locali. Per tutti è un suicidio. Ma le cose sono davvero andate cosí? Cosa legava Clara agli affari di suo padre? E il rapporto che la unisce ai tre fratelli - in particolare quello con Michele, l'ombroso, l'instabile, il ribelle - può aver giocato un ruolo determinante nella sua morte? Le ville della ricca periferia barese, i declivi di ogni rapida ascesa sociale, le tensioni di una famiglia in bilico tra splendore e disastro: utilizzando le forme del noir, del gotico, del racconto familiare, scandite da un ritmo serrato e da una galleria di personaggi e di sguardi che spostano continuamente il cuore dell'azione, Nicola Lagioia mette in scena il grande dramma degli anni che stiamo vivendo. L'intensità della scrittura - mai cosí limpida e potente - ci avviluppa in un labirinto di emozioni, segreti e scoperte, che interseca le persone e il loro mondo, e tiene il lettore inchiodato alla pagina.

La nostra recensione

Non sempre sono cattiveria, crudeltà e malvagità a scatenare la ferocia più brutale; spesso è invece figlia della debolezza, dell’indifferenza, della mancanza. L’intenso, profondo romanzo di Nicola Lagioia - che si conferma tra i più interessanti giovani scrittori italiani - nasce nel solco di questo ritorno allo stato di natura, una profonda lacerazione del patto sociale che tutto annienta: individui, affetti, ambiente, relazioni. La storia della famiglia Salvemini - ancora una famiglia “unica” nella sua infelicità - attraversa i fili scoperti di questa tensione sociale per dare forma alla tensione narrativa che erompe dalla morte di Clara, personaggio quanto mai denso, eccentrico e complesso, tormentato e affascinante, al cui suicidio tutti, con falsa ingenuità, decidono di credere. L’ingresso nella storia di Michele, il fratello a cui la legava un rapporto di morbosa unità e consonanza, comincia a scompigliare la quieta condiscendenza e a smascherare la debolezza che ha prodotto nella famiglia un vero e proprio massacro di sentimenti e identità. La verosimiglianza (scandali politici, truffe finanziarie, affari loschi) aiuta la finzione ma non deve né spiegare né piegarsi alla realtà; serve solo come sfondo a una storia che affonda le sue radici in una terra devastata e nei sentimenti affollati di fantasmi, speranze e sogni di un’intera generazione. Anche per questo il romanzo di Lagioia non si sottrae alle minacce del futuro né agli equivoci del presente e sa raccontare con descrizioni accurate e immagini dettagliate tutto l’intreccio di malaffare che circonda e innerva l’ascesa e la rovina di una grande famiglia imprenditoriale del Sud con i suoi torbidi rapporti con i poteri locali. Per la carica emotiva che trasmette, per la capacità di afferrare e stringere il lettore, per l’abilità nell’introdursi nei meccanismi sfuggenti e labili delle relazioni famigliari, Lagioia può essere accostato, con le dovute distinzioni, a un grande scrittore americano contemporaneo, Jonathan Franzen, un autore che di famiglie “infelici e cadute” se ne intende.
Antonio Strepparola

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi contemporanei

Editore Einaudi

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 23/09/2014

Lingua Italiano

EAN-13 9788858415726

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "La ferocia"

La ferocia
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima