Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Lontano da tutto, tra i boschi, in un vecchio borgo abbandonato e deserto, un uomo vive in totale solitudine. Ma un mistero turba il suo isolamento: ogni notte, sempre alla stessa ora, il buio è improvvisamente spezzato da una lucina che si accende sulla montagna, proprio di fronte alla sua casa di pietra. Cosa sarà? Un abitante di un altro paese disabitato? Un lampione dimenticato che si accende per qualche contatto elettrico? Un ufo? Un giorno l'uomo si spinge fino al punto da cui proviene la luce. Ad attenderlo trova un bambino, che vive anche lui solo in una casa nel bosco e sembra uscito da un'altra epoca o, davvero, da un altro pianeta. Nuove domande affollano la mente dell'uomo: chi è veramente quel bambino? E quale rapporto li lega? Lo scopriremo a poco a poco, avvicinandoci sempre più al cuore segreto di questa storia terribile e lieve, fino all'inaspettato finale. Con questo suo indimenticabile "piccolo principe", Antonio Moresco mette in scena una meditazione commossa sul senso dell'universo e della vita. In un dialogo continuo con gli esseri che popolano i boschi, radici aeree, alberi, lucciole, rondini, Moresco come Leopardi riflette sulla solitudine e il dolore dell'esistenza, ma anche su ciò che lega uomini e animali, vivi e morti. Un libro enigmatico e intenso, perturbante e profondo, destinato a lasciare un segno nell'anima dei lettori.

La nostra recensione

Antonio Moresco non è uno scrittore ‘religioso’ e non lo si potrebbe definire nemmeno uno scrittore ‘naturalista’; se proprio vogliamo servirci di etichette, così, per amore di sintesi, lo si potrebbe considerare tutt’al più spirituale e naturale. Sì, perché in questo suo ultimo romanzo, lapidaria e fulminea esperienza visionaria, Moresco non si limita a raccontare ma, direi quasi, si sforza di vivere e incontrare con meraviglia ogni singolo essere, vivente e no, che descrive: alberi, uccelli, cani, stelle, insetti, case e luci, come quella piccola luce che sfavilla da lontano e che attira il protagonista a un incontro destinato a chiudere un cerchio spirituale inconfessabile e inevitabile. Che cosa ci sarà mai dietro quella luce? A mano a mano che si procede nella lettura, che ci si addentra nella selva di parole che Moresco compone con fluidità e nitidezza, scopriamo un universo narrativo popolato di suoni, immagini, luci, colori, volti da cui è difficile staccarsi, quasi ipnotizzati. È questa la potenza poetica della scrittura di Moresco, una prosa capace di cogliere ogni attimo e trasformarlo nel suo opposto senza salti né fratture. Nei brevi spezzati dialoghi tra l’uomo, che si è votato alla solitudine e all’assenza, e il bambino, che vive nella casa abbandonata da cui proviene la luce, si condensano le emozioni troppo umane (al limite del reale) che si sprigionano dall’incontro tra i due; mentre la natura, con la sua presenza spontanea e invasiva (al limite del possibile), sembra duettare con il lettore, trascinandolo nel gioco violento della sua manifestazione. Moresco ci conduce, con quella sua grazia autentica di scrittore completo, in un percorso attraverso una rarefatta atmosfera di irrealtà e di ambiguità, che fino alla fine del romanzo ci lascia sospesi, aggrappati al bordo dell’abisso, incantati e stupefatti.
Antonio Strepparola

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi contemporanei

Editore Mondadori

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 19/02/2013

Lingua Italiano

EAN-13 9788852035180

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "La lucina"

La lucina
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima