Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La scuola peripatetica

Marco Premoli
pubblicato da 0111edizioni

Prezzo online:
2,99

Un ingegnere disoccupato accetta una supplenza di fisica in un Istituto Professionale. Una doccia gelata. Studenti disamorati, pronti a mangiarselo in un boccone, usano ogni arma per fargli saltare i nervi. Un colpo di genio gli suggerisce, per sovrastare il rumore, di intonare un inno sacro in tedesco. I ragazzi, sconcertati, esplodono in applausi. Inizia un'esperienza unica, ove accoglie senza pregiudizi ogni cosa: scassi, lanci di oggetti, canne, spogliarelli, risse, fischi, bestemmie, tentativi di corruzione, cori omofobici, inviti a puttane e domande rivelatrici di insospettabili profondità di sentimenti. Sorge infinita compassione per quelle anime abbandonate alle armi di distrazione di massa su cui dimostra il primato umano. Un'istantanea amara e ironica di una scuola naufragata, di una gioventù disillusa e incapace di innamorarsi, ma con un gran desiderio di trovare adulti che la amino. Uno struggente messaggio di speranza e fiducia in questi giovani meravigliosi e sottovalutati.

Dettagli

Generi Hobby e Tempo libero » Umorismo » Libri per ridere e collezioni umoristiche

Editore 0111edizioni

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 31/07/2016

Lingua Italiano

EAN-13 9788893700160

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
2
3 star
0
2 star
0
1 star
0
La scuola peripatetica ettore.leandri

-

voto 4 su 5 Il libro è autobiografico e narra in prima persona le avventure dellautore (protagonista) nel ruolo di professore in una scuola superiore professionale: ne succedono davvero di tutti i colori, ma con bravura, astuzia e ironia, il docente riuscirà a distinguersi e a catturare lattenzione degli studenti apatici e ostici. Lo stile è molto forbito, preciso e impeccabile, capace di attirare il lettore senza assegnare colpe, ma con autoironia; in molti casi viene spontaneo riflettere sulla situazione attuale della scuola e soprattutto su quella dei giovani che forse, con professori come lautore, riuscirebbero a crescere appassionandosi in quello che fanno. Nel complesso un buon libro.
La scuola peripatetica lauravargiu1976

-

voto 4 su 5 Fa sorridere fin dal titolo il romanzo desordio di Marco Premoli, unimpietosa cronaca che narra le ordinarie disavventure di un supplente nella scuola pubblica italiana. Si sorride e, a momenti, si ride amaramente, complice la penna ironica e arguta dellautore; nel contempo, tuttavia, si ha anche occasione di riflettere sul mondo delle giovani generazioni, di cui gli studenti adolescenti che si agitano rumorosamente tra queste pagine offrono, ahinoi, un campione molto rappresentativo. Senza lavoro e in attesa un po come tutti al giorno doggi di prospettive professionali migliori, un ingegnere si rende disponibile a fare quattro mesi di supplenza di fisica in un istituto professionale, ritrovandosi subito alle prese con classi di ragazzi che definire insofferenti a studio e disciplina sarebbe puro eufemismo. Mi pareva di essere stato arruolato in un esercito allo sbaraglio, tipo quello italiano subito dopo larmistizio dell8 settembre 1943, riflette il protagonista nel corso di quellesperienza, giusto per rendere lidea di che genere di ambiente sia diventato quello scolastico. Schiamazzi ininterrotti, sconcezze varie, insulti allindirizzo del corpo docente da far arrossire i famosi scaricatori di porto, palesi tentativi di corruzione al fine di avere bei voti La lista delle prodezze studentesche odierne è lunga, purtroppo. Man mano che la mia lettura avanzava, mi domandavo sempre più incredula: ma è trascorso così tanto tempo da quando io frequentavo le scuole superiori? Il mio diploma di maturità risale a due decenni fa, non che siano pochi, sintende, ma non è mica da mezzo secolo che manco dai banchi scolastici; allepoca era sufficiente unocchiataccia, neanche troppo torva, da parte dei professori per ridurre al silenzio e allobbedienza persino i più vivaci della mia generazione. Ora sono i professori a venire zittiti dagli alunni! Davvero altri tempi! Insomma, quella dipinta da Premoli, che sembra scriva con cognizione di causa e non certo per sentito dire, è una situazione terribilmente sconfortante. Eppure, nonostante tutto, questi scapestrati giovani, cresciuti troppo in fretta in balia di quelle che brillantemente vengono chiamate armi di distrazione di massa (in primis, il telefono cellulare, divenuto ormai unappendice del loro corpo), fanno un po pena e il quadro generale induce a porsi domande in merito alle responsabilità degli adulti. Scrittura ineccepibile e stile narrativo convincente con punte di ironia, seppur amara, veramente esilaranti. Molto positiva, infine, la figura del protagonista-io narrante: simpatico e in gamba, questo professore che stringe sempre la mano ai suoi studenti e dà loro consigli di vita! Ci vorrebbero forse più persone come lui, insegnanti motivati e disposti a vedere le giovani generazioni come investimento per il futuro, e non come causa persa in partenza; insegnanti che sappiano ancora appassionarsi al proprio lavoro, magari come quelli della celebre scuola peripatetica ateniese. Allo stato attuale, invece, la nostra scuola rischia di continuare a essere patetica e basta. Voto complessivo: quattro stelle piene!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima