Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Maschio adulto solitario
Maschio adulto solitario

Maschio adulto solitario

Cosimo Argentina
pubblicato da Manni

Prezzo online:
16,15
17,00
-5 %
17,00
Disponibile in 4-5 giorni. la disponibilità è espressa in giorni lavorativi e fa riferimento ad un singolo pezzo
32 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

C'era una volta il romanzo di formazione, dove i ragazzi diventavano uomini. Oggi, invece, i maschi adulti si de-formano in un eterno ritorno all'adolescenza. Così, Danilo Colombia, protagonista di questo romanzo, a diciotto anni sa già che la sua vita è un viaggio a ritroso, una discesa agli inferi, una partita a perdere: la famiglia, il lavoro, l'amore, non sono obiettivi da conquistare, ma gli archetipi di una felicità mai veramente provata (e in ogni caso tramontata per sempre). Tuttavia, Danilo non sa fuggire. Anzi, s'impantana nel grembo di una Taranto maleodorante e fatiscente ma il suo cuore s'inabissa in un esilio disperato, nel quale essere soli è, nello stesso tempo, dolore incurabile e sopravvivenza.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Manni

Collana Punto G

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2008

Pagine 310

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788862660037

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Maschio adulto solitario

-

voto 3 su 5 Un romanzo che, pur rivelando un autore promettente, non convince fino in fondo. Narra del percorso del protagonista dall'età di venti anni ai trenta circa, in tappe abbastanza nette: il servizio militare a Bari ed, il suo primo amore, la fuga al nord e l'esperienza in una azienda di inscatolamento di tonno, il ritorno al sud, lo studio ed il conseguimento della laurea in giurisprudenza e, infine, la pratica legale in uno studio a Taranto. Come recita il titolo, il libro è molto maschio, con figure femminili stereotipate e tristi. Lo stile è alterno, ottimo in determinate parti, confuso in altre. Il linguaggio è aderente alle situazioni descritte, ma non riesce a variare, cosicché il ritmo, risulta pesante e, in alcuni punti, persino greve. Questo è il grande limite: è mancato un buon lavoro di revisione, certe frasi, e qualche volta pagine intere, sono sovrabbondanti e inutilmente crude. L'autore avrebbe dovuto fare una scelta più coraggiosa e tagliare delle parti, che appesantiscono il testo e, nello stesso tempo, rendono la trama inverosimile, iperrealista. Per quanto i singoli episodi narrati siano credibili, nell'insieme risultano eccessivi e forzati, fino a precipitare nel finale che guasta il libro. Anziché comporre un romanzo, i capitoli avrebbero potuto formare una raccolta di racconti brevi a sé stanti. Il giudizio finale è, comunque, positivo, anche se in attesa di conferma del prossimo lavoro di Argentina. Voto 6,5. Il consiglio: poco adatto alle donne sotto i venticinque anni, perché mostra il lato brutale e violento dell'uomo abbandonato a se stesso. La citazione: Gli intervalli e le ricreazioni sono una dannazione: spezzano il ritmo e ti illudono che tutto sia finito, come le domeniche, come le estati e tutto il resto. http://sullamiascrivania.blogspot.com

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima