Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Middlegame

Seanan McGuire
pubblicato da Mondadori

Prezzo online:
20,90
22,00
-5 %
In omaggio una borsa da viaggio waterproof
22,00
In omaggio una borsa da viaggio waterproof
Disponibilità immediata. la disponibilità è espressa in giorni lavorativi e fa riferimento ad un singolo pezzo
42 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Ecco Roger. Ha un vero dono per le parole, comprende istintivamente ogni linguaggio e sa che è il potere delle storie a regolare i meccanismi dell'universo. Ed ecco Dodger. E la sorella di Roger, la sua gemella per la precisione. Anche lei ha un dono, per i numeri: sono il suo mondo, la sua ossessione, il suo tutto. Qualunque cosa le si presenti alla mente, Dodger la elabora con il potere della matematica. I due fratelli non sono propriamente umani, anche se non lo sanno. Non sono neanche propriamente divini. Non del tutto... non ancora. E poi c'è Reed, esperto alchimista, come la sua progenitrice. E stato lui a dare vita ai gemelli. Non si potrebbe definirlo il loro "padre". Non proprio. Ma come tutti i genitori, per i due ragazzi ha un piano ambizioso: far sì che raggiungano il potere assoluto, e poi reclamarlo per sé. Diventare "dei in Terra" è una cosa possibile. Pregate soltanto che non accada.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Fantasy » Horror e gotica , Fantasy Horror e Gothic » Fantasy » horror e Dark Romance

Editore Mondadori

Collana Oscar fantastica

Formato Tascabile

Pubblicato 21/07/2020

Pagine 528

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804724902

Traduttore B. Gallo

8 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
4
4 star
3
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Middlegame asia_paglino

-

voto 4 su 5 -Ho ricevuto questo libro dall'editore in cambio di una recensione onesta.- La cosa che mi ha fatta appassionare subito alla storia è il fatto che il romanzo di base è un fantasy con però elementi fantascientifici, due generi che in questo libro sono amalgamati in modo da creare un mix interessante e molto avvincente. I protagonisti della storia sono due bambini, Roger, bimbo che ama la grammatica e le parole, e Dodger, bambina con una spiccata mente matematica capace di giocare con i numeri. I due abitano fisicamente a due poli degli Stati Uniti, eppure riescono, in qualche modo a loro non chiaro, ad avere un legame capace di metterli in contatto al punto da poter condividere sensazioni, esperienze ed emozioni. Crescendo i due arrivano a chiudere fuori l'altro dalla propria vita, ma si sa, chi è destinato a incontrarsi prima o poi troverà il modo, soprattutto quando il "destino" non è nulla di casuale. Cosa o chi ha creato questo legame? Fin dove i due ragazzi dovranno spingersi per scoprire la verità? Per il resto, che dire, non vedo lora di poter leggere il secondo volume per capire cosa la storia ha ancora in serbo.
Middlegame irene.s

-

voto 4 su 5 Oltre ogni logica, oltre ogni tempo, Middlegame è un romanzo dal carattere fortemente originale. Una storia che si compone e si scompone, che si fissa e si rimodella, assumendo ogni volta forme nuove costellate di nuove realtà. Lalchimia muove le redini della storia ed è proprio questo elemento a determinare landamento misterioso, quasi tenebroso degli accadimenti, sin dalle prime pagine. Una nuvola di mistero sembra avvolgere i due protagonisti senza mai abbandonarli del tutto, lasciando trapelare solo qualche sprazzo di luce qua e là. Come un mosaico che si compone, come un rebus dagli indizi incerti, impariamo a conoscere Roger e Dodger da bambini, poi da adolescenti e infine da adulti, scoprendo insieme a loro, poco alla volta, qual è il mistero che li circonda, quale la loro vera natura e quale il loro destino. Nulla viene lasciato al caso, tutto è stato già scritto. Si tratta di un disegno più grande di loro e, proprio come in una partita a scacchi, qualcuno da qualche parte sta muovendo le sue pedine. Ma perché? Qual è lo scopo finale? Perché proprio loro? Due ragazzi così simili e così diversi, legati da un passato più grande di quanto loro stessi possano immaginare, catapultati in una realtà tanto estranea quanto familiare. Con le loro imperfezioni e la loro spontaneità, è quasi impossibile non affezionarvisi, soprattutto grazie alla loro forte caratterizzazione. Seguire i loro passi da vicino mentre, sfida dopo sfida, imparano a crescere e prendono consapevolezza di sé non fa che incrementare questo forte senso di familiarità con i personaggi, quasi come fossero degli amici di vecchia data che non si vuole lasciare andare. Un valore aggiunto di questo libro è sicuramente anche lo stile di scrittura adottato dalla McGuire, molto criptico e misterioso. Sa lasciare il lettore sulle spine, con una serie infinita di domande che non trovano mai del tutto una risposta. Lautrice sa come plasmare la storia, dando a chi legge una parvenza di comprensione mai pienamente soddisfatta, instillando quei dubbi e quella curiosità crescente che vanno a comporre il cocktail perfetto per una lettura ad effetto. Tuttavia, proprio a causa di questo stile di scrittura quasi ostico in alcune parti, non sempre la lettura risulta fluida e scorrevole. Inoltre, la storia è scandita su più piani temporali e tale impostazione può risultare talvolta confusionaria, soprattutto nella parte iniziale; nonostante ciò, i vari slittamenti temporali acquistano senso capitolo dopo capitolo e il lettore, lentamente, riesce ad abituarvisi. Un ulteriore punto a favore di questo libro è infine anche labilità della McGuire nellintrecciare le vicende narrate con la realtà esterna e oggettiva in cui viviamo. Riesce così a creare un forte senso di deviato realismo che porta il lettore a mettere in discussione anche la sua, di realtà, dandogli lillusione di essere dentro la storia e di starla vivendo inconsciamente da sempre, un po come i due protagonisti. Concludendo, Middlegame è dunque una storia avvincente che si lascia scoprire pagina dopo pagina, senza rivelare mai troppo di sé, ma riuscendo comunque a mantenere alte le aspettative e a non deluderle mai.
Middlegame giuliabianchi1997

-

voto 4 su 5 La narrazione in prima persona è semplice e scorrevole, spesso i punti di vista cambiano passando per i vari personaggi al fine di farceli conoscere tutti nella maniera più completa possibile. La storia si intreccia con diversi scenari (il che mi ha ricordato un po' Doctor strange) e diverse linee temporali. Ciò che provano e vedono Roger e Dodger è molto vivido, si riesce quasi a percepire le stesse cose. Durante tutta la storia seguiamo la crescita dei personaggi e le loro conseguenti scoperte. Gli elementi esoterici sono innumerevoli bellissimi e purtroppo impossibile da sviscerare qui. Azzeccate e molto belle soni le citazioni ad inizio capitolo. Troviamo anche un esempio di metascrittura (la serie di libri per bambini scritta da Asphodel che ricorda "Alice nel paese delle meraviglie") Personalmete non ho avuto difficoltà nell'arrivare alla fine del libro nonostante le numerose descrizioni a tratti un po' noiose, ma la fine e la "posizione" strana delle linee del tempo mi ha dato l'impressione che la fine non sia la fine... Snaso un percorso ciclico, chissà se avrò ragione...
Middlegame ginevra_tomaselli

-

voto 5 su 5 Ho scoperto questo libro per caso sulla pagina di Oscar Vault e, devo ammetterlo, non ha deluso le mie aspettative. La trama è ben inserita nel mondo creato dalla McGuire ed i suoi personaggi non sono da meno, soprattutto per la capacità dell'autrice di prendere elementi familiari al lettore (dal rapporto fratello-sorella al contesto scolastico) e di adattarli ad un universo fantasy distopico. A causa di una lentezza narrativa iniziale necessaria per definire i contorni di questo nuovo universo e per introdurre il lettore al libro stesso, la trama viene sacrificata in parte ma, superati i primi capitoli, si mostra in tutta la sua unicità tant'è che è difficile smettere di leggere. Molto consigliato a chi è già un cultore del genere, e vuole sperimentare qualcosa di nuovo, ed a chi invece è alle prime armi.
Middlegame lorenzo.martire

-

voto 5 su 5 Middlegame è un gioco, un esperimento narrativo che tenta di esplorare con leggerezza una storia contorta e avvolta su se stessa come un gomitolo. Il tempo non è mai lineare, i capitoli sono in disordine, e ciononostante la trama si rivela pian piano in maniera piacevolmente facile da comprendere. Un grande merito per la scrittrice statunitense Seanan McGuire (vincitrice di svariati premi fra cui i prestigiosi Nebula e Hugo), che sceglie una narrativa più che adatta al suo pubblico di giovani lettori. La trama è ambientata ai giorni nostri e parte da uno spunto abbastanza comune sia nella letteratura fantastica che in quella fantascientifica: un alchimista di nome Reed crea in laboratorio due bambini, Roger e Dodger, con lintento di governare la Dottrina e prendere così le redini del tempo e delluniverso; i due bambini vengono poi dati in adozione a due famiglie a centinaia di chilometri di distanza, ma potranno comunque tenersi in contatto tramite il cosiddetto legame quantico, una sorta di telepatia. La caratterizzazione è abbozzata ma ben costruita, con un fratello (Roger) in grado di controllare il mondo delle parole e una sorella (Dodger) maestra dei numeri e delle loro leggi. Nessuno dei personaggi è particolarmente tridimensionale, ma lautrice non rinuncia a trattare tematiche complesse come il suicidio, labbandono, il lutto, le relazioni adolescenziali e la parità di genere, anche se a volte si ha la sensazione che il tutto venga calato dallalto più come ammiccamento a un certo tipo di pubblico che come reale esigenza narrativa. McGuire gioca, si diverte e talvolta si incarta. Dopo aver seguito la storia di Roger e Dodger per trentanni (dalla loro nascita nel 1986 fino al 2016) e quella dellalchimia a cavallo fra tre secoli, la sensazione è quella di aver assaggiato un mondo appena tratteggiato e che forse poteva essere esplorato più in profondità e con più di coraggio. Resta comunque un'ottima lettura, perfetta da portare sotto l'ombrellone.
Middlegame mira03

-

voto 3 su 5 Ho potuto leggere questo libro in anteprima grazie ad Oscar Vault, e devo dire che ne sono rimasta piuttosto delusa. La storia di Middlegame si basa su una promettente combinazione di fantasy puro e fantascienza trasposti nel mondo contemporaneo: un mix che, sulla carta, avrebbe potuto rivelarsi esplosivo. Tuttavia, man mano che si procede nella lettura, le aspettative vengono costantemente disattese fino a lasciare un senso di quasi totale insoddisfazione. La trama, che si snoda attraverso salti temporali e cambi di prospettiva, sembra non esaurire mai il suo enorme potenziale, limitandosi a spiegazioni superficiali laddove si dovrebbe approfondire e al chiarimento dell'ovvio dove non sarebbe necessario. È probabile che si tratti di una scelta studiata, volta a lasciare spazio ad un secondo volume; nondimeno, l'irritazione rimane. Non ho granché apprezzato lo stile dell'autrice, tra la banalità di alcuni espedienti narrativi e dell'uso quasi ossessivo di metafore; troviamo continui riferimenti alla cultura pop recente di cui si poteva fare tranquillamente a meno, o come minimo un uso diverso, e parentesi interminabili che, nella maggior parte dei casi, potevano essere omesse senza nulla togliere al senso dei capitoli. In generale, sembra di avere a che fare con una fanfiction appena più evoluta. I personaggi non ci vengono mostrati, non si ha la possibilità di conoscerli: sono spiegati, tratto per tratto, come formule matematiche da accettare in maniera acritica. Solo l'evoluzione del rapporto tra Roger e Dodger, i due protagonisti, si salva da questo destino, e rappresenta forse la parte più piacevole della lettura. Si tratta comunque di creature piuttosto piatte che, pur volendo prendere le distanze dai più comuni stereotipi, non possono fare a meno di incarnarne altri. Nel complesso? A fronte delle 500 e passa pagine, la lettura ha il merito di scorrere veloce, spinta dalla voglia di conoscere la sorte e le decisioni dei protagonisti, ma personalmente non ho mai trovato un vero appagamento. Proprio un peccato, perché la storia aveva le carte in regola per dar vita ad un fantasy contemporaneo davvero pregevole.
Middlegame frances92

-

voto 5 su 5 "Non saranno bambini ordinari anzi, saranno gloriosamente destinati alla straordinarietà , ma grazie a loro cambierà ogni cosa." Roger e Dodger sono due gemelli, nati nel laboratorio di un ambizioso e spietato alchimista, James Reed. Pur crescendo separati, abitando con le loro rispettive famiglie adottive ai lati opposti degli Stati Uniti, riescono a percepire luno lesistenza dellaltra e a ritrovarsi. Entrambi hanno un dono: Roger per il linguaggio e Dodger per la matematica. Ma ancora non sanno che tutto questo è stato voluto da loro padre, se così può essere definito. Reed ha intenzione di portare a termine il suo piano per la conquista del potere e delluniverso proprio sfruttando le capacità dei due fratelli. Riusciranno Roger e Dodger a imparare a gestire totalmente e consapevolmente le loro capacità in tempo per poter sconfiggere Reed? È uscito ieri in libreria e negli store online Middlegame di Seanan McGuire, edito da Oscar Mondadori Vault, che mi ha dato lopportunità di leggere il libro in anteprima e che per questo ringrazio molto. È un romanzo urban fantasy, con elementi fantascientifici, che ha come protagonisti i gemelli Roger e Dodger e, aggiungerei, il tempo stesso, che gioca un ruolo fondamentale sin dalle prime pagine. Sebbene a primo impatto la struttura del libro si presenti piuttosto intricata, andando avanti con la lettura diventa più semplice dare una collocazione agli eventi e ai personaggi, che sono molto ben delineati sia dal punto di vista caratteriale che dal punto di vista fisico. La narrazione è fluida ed estremamente coinvolgente, è impossibile non immedesimarsi nei protagonisti e non provare ogni emozione che anchessi provano. Non vedo lora di poter leggere il sequel annunciato qualche giorno fa dallautrice, ma nel frattempo consiglio la lettura di questo primo romanzo a tutti gli amanti del genere e non, vi conquisterà!
Middlegame ellienerd97

-

voto 5 su 5 Due fratelli. Uno strano legame. Una strada improbabile che porta ad una città impossibile. Tra alchimia, macabre scoperte e strani accadimenti temporali, i nostri protagonisti, Roger e Dodger, lui amante delle parole, lei dei numeri, affronteranno uno straordinario viaggio, che li porterà a scoprire che l'universo è sull'orlo del collasso a causa di forze oscure, e da una forte sete di potere che li porterà ad un uomo avvolto da tenebrosi e cupi misteri. I personaggi di questo libro unito alle meravigliose ambientazioni al "Mago di Oz", creano un mix perfetto di avventura e distopia, con un pizzico di magia nera. Ho profondamente amato la struttura di questo libro, decisamente inusuale e pregna di plot twists inaspettati e travolgenti. 10/10, il finale mi ha portato alle lacrime colpendomi diritta al cuore!! CONSIGLIATISSIMO! ellie<3
Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima