Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Bucarest, anni '40: questo è lo scenario su cui si staglia la figura di Gogu Vrabete, detto Tango, "picaro" balcanico e proletario delle periferie della capitale romena che sogna di diventare ballerino di tango, sogno, o forse più una fantasia, che tramonta ben presto poiché, per evitare di essere spedito al fronte russo, il protagonista ricorre a un trucco molto in voga: farsi recidere leggermente un tendine del piede perché poi si rimargini. Ma durante l'operazione il bisturi va troppo a fondo e l'operazione malriuscita lo renderà zoppo per sempre. Gogu Vrabete, ora claudicante ed eclissatasi per sempre l'agognata carriera di ballerino di tango internazionale, risucchiato nel vortice degli eventi storici, come un'Araba Felice risorge e si reinventa una vita fatta di mille espedienti macabri, furbeschi e malavitosi, degna di un film di Quentin Tarantino. Solo l'amore per Larissa, sua amante ed ex partner di ballo, fuggita da Odessa, vittima come lui della storia, lo riscatterà sul piano umano, anche se in modo tragico, in un finale mozzafiato che profuma di vecchi film in bianco e nero. Stelian Tanase, con un linguaggio tagliente e veloce, inventa una storia diabolicamente vintage trasudante di sesso e violenza, di odio e amore, di furbizia e ingenuità, di storia e finzione: gli ingredienti del cocktail perfetto per un romanzo sorprendente e spietato.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi contemporanei

Editore Atmosphere Libri

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 28/05/2014

Lingua Italiano

EAN-13 9788865641187

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Morte di un ballerino di tango"

Morte di un ballerino di tango
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima