Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

My indian trip. Quando non riesci a smettere di camminare
My indian trip. Quando non riesci a smettere di camminare

My indian trip. Quando non riesci a smettere di camminare

by Dario Pastore
pubblicato da Brigantia Editrice

11,70
13,00
-10 %
13,00
Disponibile.
23 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

L'esperienza di un giovane uomo che decide di cambiare il corso della sua vita, mollando tutto, giocandosi la serenità quotidiana e permettendo ai suoi piedi di condurlo là dove il suo cuore e il suo spirito lo portano. Prima di partire da solo per un lungo viaggio in India, terra che gravita in un piano contrapposto fatto di degrado e misticismo, di polvere e riflessi aurei di ciò che resta degli antichi fasti, l'autore apre un blog per condividere la sua avventura con i molti amici e familiari che, con il cuore in gola, seguono da casa i suoi passi. Pian piano il blog si trasforma in qualcosa di più, ad esso si aggiungono i pensieri, le paure, la meraviglia della trasformazione interiore che questo percorso, più spirituale che materiale, attua in lui. Dal blog al diario si mescolano dunque linguaggi e stili differenti, che prendono per mano il lettore e lo accompagnano in questo viaggio a fianco dell'autore, in un cammino fisico fatto di spostamenti, notti insonni in aeroporto, dolori, cattivi odori, incontri ed emozioni, ma anche introspettivo, animato dalla voglia di conoscersi e stupirsi della vita.

Dettagli

Generi Guide turistiche e Viaggi » Letteratura di viaggio , Romanzi e Letterature » Scritti di viaggio

Editore Brigantia Editrice

Formato Brossura

Pubblicato 13/01/2013

Pagine 192

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788898336067

Illustratore A. Cucina

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
My indian trip. Quando non riesci a smettere di camminare laviniapinello

laviniapinello - 17/07/2014 20:15

voto 3 su 5 3

Un viaggio in una terra lontana, ricca di contraddizioni e accesi contrasti, lIndia: la sua gente, i suoi profumi forti e speziati, i colori abbaglianti, i panorami che mozzano il respiro e che si contrappongono al degrado e alla miseria. Un viaggio compiuto dallAutore non per ritrovare se stesso, ma per stupirsi ancora della varietà del mondo e della vita, lungo il cammino che ognuno è chiamato a compiere nel corso del suo esistere. Il volere vivere ogni singolo passo con la leggerezza, il candore, di chi scopre e riscopre i propri pensieri ed emozioni legandole allarmonia di quel vissuto, a quel passo in avanti che rimarrà indelebile tappa dellesperienza. Un camminare senza riuscire a fermarsi, un vivere senza riuscire a smettere di averne fame. Il romanzo di Dario Pastore è tutto questo ma non solo; alla leggera estemporaneità del blog, alla sua ironia, si aggiungono le riflessioni semplici e profonde del diario di viaggio. Sono piccoli momenti di poesia cui fanno da cornice suoni di lingue diverse che si mescolano a gesti, pensieri e luoghi fatti di persone che attraversano, con le proprie vite, il cammino dellAutore lungo il territorio indiano, condividendone i giorni, i minuti o solo pochi secondi. E il lettore viaggia insieme a lui, attraverso le sue parole, percorrendo col proprio cammino di vita quei luoghi e quei pensieri. La meta, come il cammino, potrebbe essere il più diverso per ciascuno. Non avrebbe importanza. Questo romanzo si auto-estrapola dal contesto del territorio in cui avviene il viaggio, si auto-generalizza, rendendosi un viaggio universale. Credo sia questo il suo vero punto di forza, la duplice chiave di lettura che lo caratterizza: è il racconto dellesperienza concreta di un viaggio in una terra esotica scritto in modo piacevolmente scorrevole e accattivante che tuttavia riesce a spingersi oltre tutto questo. Dario non racconta un viaggio, racconta IL viaggio, il suo, quello di ciascuno di noi, nei passi del cammino della vita. L.P

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima