Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

My name is Palmiro. A la recherche du temps perdu. Ediz. italiana. 2.
My name is Palmiro. A la recherche du temps perdu. Ediz. italiana. 2.

My name is Palmiro. A la recherche du temps perdu. Ediz. italiana. 2.

by Sauro Ciantini
pubblicato da Double Shot

9,90
11,00
-10 %
11,00
Disponibile.
20 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Per il secondo volume dedicato a Palmiro, Sauro Ciantini ha finalmente risvegliato i suoi pennelli e pennarelli, fatto l'elettroshock, e realizzato storie totalmente nuove. Pronto a camminare in nuovi territori - mano nella mano al suo anatroccolo - in parte esplorati illustrando "Lennon Guevara Bugatti" di Enrico Brizzi. Sperimentando fuori dalla Grazia di Dio, ripercorrendo la Grande Tradizione del fumetto di Breccia, Dino Battaglia e Sergio Toppi. A volte divertendosi, a volte restando sveglio la notte. Un libro dove si ride, si piange, si battono i denti per la paura.

Dettagli

Generi Fumetti » Umorismo a fumetti , Hobby e Tempo libero » Umorismo » Cartoni animati e fumetti

Editore Double Shot

Formato Brossura

Pubblicato 09/02/2010

Pagine 64

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788896064283

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
My name is Palmiro. A la recherche du temps perdu. Ediz. italiana. 2. laviniapinello

laviniapinello - 22/12/2013 20:10

voto 5 su 5 5

My name is Palmiro Il primo libro del ciclo Palmiriano À la recherche du temp perdu ha riassunto la nascita e la storia di uno dei personaggi forse più amati del fumetto italiano: Palmiro, lanatroccolo piccolo, brutto e nero nato dai pennarelli di Sauro Ciantini. Nel primo volume, per chi ha già letto di lui, e anche per chi non lo conosce ancora, ritrovare Palmiro, assistendo alla sua nascita e ai suoi primi passi, fino alla sua autonomia, perfino dallAutore, è come ritrovare un vecchio amore, legato intimamente alle proprie emozioni. Il paperello, nella sua tenera e quasi masochistica storia damore con una fidanzata lontana che calpesta ferocemente i suoi sentimenti, incarna moltissimi archetipi dellanimo umano, tutti condensati in quellanatroccolo nero e sfigato. Uno scherzo del fato, Palmiro, che realizza una vera e propria catarsi nel lettore, accompagnandolo striscia dopo striscia, terapeutico e galvanizzante fino allultima pagina per gli animi di ogni età. Lanatroccolo innamorato, risulta quindi immensamente amato da schiere di fans di entrambi i sessi, e se da una parte suscita tenerezza, dallaltra, seppure dandogli del tonto tra scherno e sberleffi, si resta cameratescamente solidali alla tenacia verso un destino così sadicamente avverso. Palmiro resta nel cuore, e diventa un piccolo eroe. Il secondo volume della saga, contrasta nettamente col primo, stupendo e affascinando nelle tinte cupe di un noir dai tratti marcati. Lelemento romantico, presente nella figura leggera e scanzonata di Palmiro, fa risaltare ancora di più lo sfondo crudo e cupo in cui lui si muove. La spigolosità di paesaggi apocalittici viene temperata dalla speranza del piccolo anatro che nellannichilimento del mondo intorno a lui, trova comunque una strada, un motivo per non lasciarsi assorbire da quelle ombre. È il contrasto, eterno, tra amore e morte, tra speranza e disperazione. Visionario, goliardicamente scabro, scava, come carta vetrata, le emozioni dei lettori. Dopo questi due libri, cosa potevano offrirci ancora Palmiro e il suo Autore, Sauro Ciantini? Come avrebbero potuto ancora incantare e stupire i lettori senza scadere nello scontato, nel già visto ed emozionalmente vissuto? Ebbene, vi sfido a leggere il terzo volume della saga, Palmiro and friends. Nei tre tempi della danza in minuetto che caratterizza le strisce palmiriane, lAutore lascia che il palcoscenico di questo suo nuovo libro sia abitato da altri personaggi, nati prima di Palmiro dal pennarello di Ciantini, e che chiedono al loro Autore, tirandolo quasi per un lembo della manica, nuovamente vita, corpo e voce. Sono lupi cattivi, principesse, balene e mostri di altri pianeti capitanati da un leprotto, piccolo, tenero e fiordilatte che ruba la scena perfino allo stesso Palmiro, a imperversare in questo nuovo, affascinante carosello. Palmiro cè, fa capolino, partecipando a questa danza di vivacità in cui il lettore ancora una volta sorride e, alle volte ammettiamolo, sghignazza anche. E ci si sorprende ancora una volta, incontrando qui e lì, nello scorrere le pagine, altri ospiti piacevolmente inattesi come Mafalda, Corto Maltese, Topolino, Cattivik e tantissimi altri, che agiscono e interagiscono con Palmiro, in improbabili duo, degni del migliore degli avanspettacolo o nella più tenera e dissacrante delle storie natalizie. Tre libri, luno completamente diverso dallaltro, da leggere uno per volta per assaporarli fino in fondo oppure consequenzialmente, per lasciarsi trascinare dal vortice di immagini ed emozioni, in cui ci conduce, sapientemente, Sauro Ciantini.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima