Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Nacquero contadini, morirono briganti. Storie del Sud dopo l'Unità dimenticate negli archivi
Nacquero contadini, morirono briganti. Storie del Sud dopo l'Unità dimenticate negli archivi

Nacquero contadini, morirono briganti. Storie del Sud dopo l'Unità dimenticate negli archivi

Valentino Romano
pubblicato da Capone Editore

Prezzo online:
7,00
10,00
-30 %
Migliaia di titoli al fino al -40%
10,00
Migliaia di titoli al fino al -40%
Disponibilità immediata. la disponibilità è espressa in giorni lavorativi e fa riferimento ad un singolo pezzo
14 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App
Condividi
facebook tweet linkedin whatsapp
Condividi
facebook tweet linkedin whatsapp

Per comprendere pienamente il brigantaggio postunitario meridionale, liberandolo da ogni orpello ideologico, occorre immergersi nel mondo contadino che ne è il substrato culturale e sociale. Le storie riportate - tutte recuperate pazientemente in anni di scavi archivistici - aprono uno squarcio interessante, spesso inedito, su questo mondo nel quale convivono e si scontrano tutti insieme cafoni e galantuomini, idealisti e profittatori, ultimi eroi romantici e avventurieri di sempre, briganti e soldati, vittime e carnefici, giudici e imputati, carnefici e condannati, preti avidi e monaci intriganti: comparse che affollano il Sud, palco di speranze, di illusioni e di delusioni sul quale, malinconicamente dissoltosi il Regno delle Due Sicilie, va in scena la nuova Italia.

Dettagli

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Nacquero contadini, morirono briganti. Storie del Sud dopo l'Unità dimenticate negli archivi"

Nacquero contadini, morirono briganti. Storie del Sud dopo l
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima