Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Odissea nel caso Moro. Viaggio controcorrente attraverso la documentazione della Commissione Stragi
Odissea nel caso Moro. Viaggio controcorrente attraverso la documentazione della Commissione Stragi

Odissea nel caso Moro. Viaggio controcorrente attraverso la documentazione della Commissione Stragi

by Vladimiro Satta
pubblicato da Edup

13,60
16,00
-15 %
16,00
Disponibile.
27 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

"Odissea nel caso Moro" spazia dai documenti ufficiali alla letteratura sull'argomento, dalle rassegne stampa ad Internet, rappresentando non solo una miniera di informazioni - spesso difficilmente reperibili - ma anche un contributo di riflessione, che inquadra l'intera storia del caso Moro in un'interpretazione coerente. L'esposizione assume via via l'andamento di un "giallo", ed offre risposte chiare e documentate a tutti gli interrogativi.

Dettagli

Generi Politica e Società » Politica e Istituzioni » Attivismo politico » Terrorismo , Storia e Biografie » Storia dell'Europa » Storia d'Italia e delle Regioni italiane » Storia d'Italia » Periodi storici » Storia del XX e XXI secolo

Editore Edup

Collana Studi & saggi

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2003

Pagine 479

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788884210630

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Odissea nel caso Moro. Viaggio controcorrente attraverso la documentazione della Commissione Stragi giuseppe.verardi123

Giuseppe Verardi - 30/05/2013 11:30

voto 4 su 5 4

Il libro non si presta certo ad un'agevole lettura, tanto è pieno di riferimenti puntuali, quasi puntigliosi ai lavori della commissione Moro e della Commissione Stragi. L'autore, con metodo e rigore, discute tutti i veri o presunti misteri legati alla tragedia di Aldo Moro alla luce di quelle che sono le risultanze dei ponderosi lavori delle varie commissioni, dimostrando quasi sempre l'infondatezza o, quanto meno, la discutibile validità, anche da un punto di vista meramente giornalistico delle varie vulgate complottiste. Il testo, nella sua analiticità e nel rigore delle ricostruzioni è in un certo senso la pietra tombale su decenni di giornalettismo d'accatto che ha creato la sua piccola fortuna su un dramma che, come ricorda l'autore, non aveva certo bisogno di esser circondato da misteri all'italiana per assurgere al rango di tragedia per una Nazione intera. In questo senso, credo che il testo del Satta vada letto e meditato per capire come in Italia e non solo, basta un cattivo giornalista o un giudice che non ha di meglio da fare per creare casi e misteri laddove invece le evidenze di processi ed indagini hanno svelato quanto c'era da svelare. Il caso Moro, anche per chi l'ha vissuto in giovanissima età, resta un macigno nei ricordi, una sorta di limite, almeno per me, tra un'infanzia spensierata pur in anni cupissimi e la scoperta di una realtà plumbea e funerea quant'altre mai. Non si rende giustizia al dramma di un uomo, della sua famiglia e di un'intera generazione sollevando i fumi di trame, complotti, grandi vecchi e misteri mal costruiti e tutti fondati sul piacere (nefasto) che l'Italiano prova nel vagheggiare mani oscure e menti tenebrose che tramano nell'ombra. Il libro di Satta ha l'enorme merito di far riflettere sui fatti, con stile forse più arido e meno evocativo dei vari misteriofili, ma di certo con un valore immenso per chi, come me, da anni persegue la conoscenza dei fatti legati a quel dramma antico.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima