Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Prigioniero di me stesso

Alessia Scipioni
pubblicato da Lettere Animate

Prezzo online:
16,15
17,00
-5 %
17,00
Disponibile in 1-2 settimane.
32 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Fabrizio ha un divorzio alle spalle e una vita costellata da rimorsi interiori. Ha un segreto che si porta dentro da anni e questo peso lo sta logorando. In continua lotta con se stesso attraversa momenti difficili e ripercorre tappe passate. Ma nonostante questo continua a tenere in vigore la stessa linea di vita che lo sta autodistruggendo giorno dopo giorno. Dopo week end passati a bere e a rimuginare sul passato, la vita lo porta a un incontro con il destino. Il suo collega di ufficio va in pensione e al suo posto arriva Luca, gay dichiarato che vive apertamente la sua omosessualità, non curandosi affatto delle reazioni altrui. Questa nuova presenza agli occhi di Fabrizio appare come una tragedia ma con il tempo e la conoscenza tra i due le carte in tavola cambiano. Fabrizio tra alti e bassi e conflitti interiori che verranno alla luce di continuo arriva a capire gli sbagli commessi in passato. Ma non ha ancora acquistato la forza necessaria per liberare se stesso dalle catene che lo rinchiudono....

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Lettere Animate

Collana Arti rappresentative. Narrativa

Formato Libro

Pubblicato 05/10/2016

Pagine 250

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788868828646

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Prigioniero di me stesso angeloranieri96liberoit

Angelo Ranieri - 07/01/2017 11:24

voto 4 su 5 4

Leggere di un argomento esterno a noi può esserci particolarmente utile per entrarci e guardarlo dallinterno, capire alcune dinamiche altrimenti ignorate, abbandonate a sé stesse, fatte scivolare via pur di non sentirne parlare, roba che può far fischiare le orecchie. Perché leggere di due omosessuali che fanno lamore può far pensare allo scandalo, al disgusto, allo scempio, se lo si legge con la mentalità stereotipata delluomo medievale posseduto dalletica ecclesiastico-religiosa, se lo si legge con la mentalità dei genitori di Luca e Fabrizio, di Paolo e Sonia, persone come tante, di cui la società reale ne è stracolma. Prigioniero di me stesso guida anche il più restio ad entrare nella mente di un omosessuale represso che non ha il coraggio di esprimere la sua vera natura perché il mondo circostante glielo ha impedito, perché la società ci circonda di persone che vogliono vederci per come loro vogliono, e non per come siamo davvero. Un omosessualità repressa dai turbamenti, dalle paranoie, dai sensi di colpa, dalle angosce esistenziali, da queste continue lotte interiori tra lio carceriere e lio prigioniero. E allora solo lamore può salvare una mente infelice e tormentata. Lamore può salvarti la vita. Quellamore che salva Fabrizio, e che gli restituisce tutto il tempo sprecato in trentanni a nascondere la sua identità. Un amore che libera dalla prigionia e dalla dannazione eterna. La descrizione dei sentimenti provati dai due amanti mette in luce una verità apparentemente scontata, ma che ancora molta gente fatica a credere: i sentimenti che entrambi provano sono identici a quelli provati da due eterosessuali innamorati. I pensieri di Fabrizio, e quelli di Luca, si possono facilmente associare a quelli di un amore tra un uomo e una donna, proprio perché lamore non ha sesso, lamore ha semplicemente due parti contrapposte che si amano. Ringrazio Alessia Scipioni, una che non si tira indietro dallandare controcorrente, dal modo di pensare che si scontra con lordinario, capace di riportare in un libro qualcosa che purtroppo non ci viene mostrato nella quotidianità.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima